Ravenna

In centinaia in piazza per l'Oil&Gas italiano

Manifestazione a Ravenna questa mattina: migliaia i posti di lavoro a rischio e in piazza del Popolo c'erano anche molti dipendenti preoccupati

In centinaia in piazza per l'Oil&Gas italiano
| Altro
N. Commenti 0

16/marzo/2019 - h. 13.02

RAVENNA - Era il giorno della manifestazione contro il blocco alle trivelle nell'Alto Adriatico e i lavoratori hanno risposto raccogliendosi in centinaia in piazza del Popolo nella mattinata di sabato 16 marzo. Sul palco il sindaco di Ravenna Michele de Pascale, da settimane attivo sul tema. Il decreto approvato dal governo sullo stop di 18 mesi alle ricerche rischia infatti di compromettere seriamente il settore, uno dei più fiorenti in città. Migliaia i posti di lavoro a rischio e in piazza del Popolo c'erano anche molti dipendenti preoccupati per il loro futuro. Una manifestazione che unisce, oltre alle istituzioni, anche le associazioni datoriali e i sindacati. 

La prossima settimana in città inizierà l'Omc, la fiera internazionale dell'Offshore, in cui sarà inevitabile affrontare la questione delle politiche governative. Confindustria ha già dimostrato molta preoccupazione sul tema. Dall'altra parte dell'Adriatico - fanno notare molti addetti ai lavori - Grecia e Croazia moltiplicano le concessioni. L'indotto dell'Oil&Gas ravennate - il più improtante del Paese - conta circa diecimila posti di lavoro e genera un fatturato per due miliardi di euro.