Romagna

Start Romagna: "Controlli rigorosi sugli autisti di linea e su quelli degli scuolabus"

L'azienda di trasporti illustra le modalità selettive con cui vengono scelti i professionisti che lavorano a bordo degli autobus

Start Romagna: "Controlli rigorosi sugli autisti di linea e su quelli degli scuolabus"
| Altro
N. Commenti 0

22/marzo/2019 - h. 16.19

ROMAGNA - Dopo i fatti di Milano, in cui l'autista di uno scuolabus lo ha dirottato e gli ha dato fuoco, Start Romagna invia una nota per tranquillizzare i passeggeri e rassicurare sulle procedure di selezione del personale. "Si tratta di un'assoluta priorità - scrive l'azienda - e Start Romagna  investe notevoli risorse economiche ed organizzative per raggiungere e mantenere nel tempo un adeguato livello qualitativo del proprio personale viaggiante. Le accurate procedure selettive, l’attività costante di formazione durante tutto l’arco della vita lavorativa dei conducenti di linea e la regolare verifica della rispondenza ai requisiti di idoneità psico-fisica previsti dalle norme di legge sono elementi imprescindibili".

Nella fase selettiva, oltre alle conoscenze di base relative alla mansione, viene fatto  anche un colloquio attitudinale /motivazionale con personale esperto; una visita medica pre-assunzionale con accertamenti psico-fisici e di assenza tossicodipendenza e alcol e una verifica del casellario e dei carichi pendenti. "Si procede quindi ad effettuare un piano di inserimento in cui l’operatore di esercizio riceve informazioni sull’azienda, sull’organizzazione del lavoro, regole da seguire, comportamento con i clienti e viene inoltre erogata la formazione sicurezza obbligatoria per legge inerente la mansione specifica che va  a svolgere. Il piano di inserimento va oltre l’aula e prevedel’affiancamento in servizio con autista esperto".

Una volta entrato in servizio, il personale è soggetto ad un doppio controllo sanitario. Il primo viene fatto "con il medico competente dell’azienda per l’esame annuale di verifica assenza tossicodipendenza e alcol". Il secondo presso l'ispettorato sanitario delle Fs per le visite di revisione a scaglioni di età. "L’azienda vigila sull’operato dei dipendenti attraverso l’occhio dei clienti (reclami e segnalazioni da parte dei clienti), verifiche e valutazioni  da parte dei responsabili".

Per quanto riguarda gli scuolabus, è "previsto un percorso formativo ad hoc per gli autisti che all’interno dell’azienda vengono individuati a svolgere il servizio scolastico. In aula vengono formati sul primo soccorso pediatrico, su come gestire situazioni di emergenza, sulla relazione con il minore e sulle tecniche comunicative più efficaci per affrontare dinamiche di gruppo e situazioni comportamentali di vario tipo che vanno oltre ad una generica attenzione alla sicurezza".