La protesta

Scioperano i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate

Il 2 aprile protesta contro la mancata erogazione del salario accessorio per le annualità 2016 e 2017

Scioperano i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate
| Altro
N. Commenti 0

01/aprile/2019 - h. 17.59

Il 2 aprile scioperano i dipendenti dell'Agenzia delle Entrate. A Rimini è stato organizzato dai sindacati di categoria un presidio davanti alla sede dalla 8.30 alle 10. La protesta riguarda l'erogazione del salario accessorio 2016 e 2017. 

I dipendenti infatti hanno parte del loro salario legato al raggiungimento di obiettivi fissati per legge e dalle convenzioni annuali del Ministero dell’Economia e delle Finanze/Agenzia delle Entrate. Quindi, per effetto di norme e di accordi sindacali, hanno diritto a compensi collegati al livello di raggiungimento di obiettivi, individuati prima e riscontrati dopo. Spiegano i sindacati: "Il salario accessorio è, come tale, parte del salario, quindi, non costituisce altro che un corrispettivo per un lavoro effettuato, per una mansione svolta. Il salario accessorio per gli obiettivi raggiunti negli anni 2016 e 2017, è stato sottoposto unilateralmente ad un drastico taglio da parte dell’Amministrazione sulla base di un’interpretazione capziosa, arbitraria e del tutto sconcertante".

Le Organizzazioni Sindacali Nazionali di categoria, malgrado il protrarsi del confronto con l’Agenzia relativamente al blocco del salario accessorio, "non hanno ancora ricevuto alcuna spiegazione convincente in relazione alla paventata decurtazione di circa 35 milioni di euro delle risorse afferenti ai fondi, salvo la richiesta di ulteriore tempo per risolvere alcuni dubbi interpretativi. Non è servito neppure il tentativo di conciliazione obbligatorio presso il Ministero del Lavoro del 22 marzo scorso tanto che, a fronte della chiusura dell’Agenzia, le Organizzazioni Sindacali hanno proclamato lo sciopero nazionale per la giornata del 2 aprile".