Cesena

Rifiuti, telecamere per stanare i "furbetti"

Installati dieci occhi elettronici in grado di registrare e identificare gli autori di questa pratica di abbandono dei rifiuti al di fuori degli appositi contenitori

Rifiuti, telecamere per stanare i "furbetti"
| Altro
N. Commenti 0

02/aprile/2019 - h. 14.31

SAN MAUR PASCOLI-  È partito a San Mauro Pascoli un nuovo sistema di videosorveglianza per contrastare l'abbandono dei rifiuti. In dieci isole ecologiche, quelle più soggette a situazioni di degrado, sono state infatti attivate dieci fototrappole (telecamere) in grado di registrare e identificare gli autori di questa pratica di abbandono dei rifiuti al di fuori degli appositi contenitori. Questa mattina è stato già individuato un cittadino che ha abbandonato rifiuti ingombranti nell'isola ecologica di via Fontanella. “Il Comune di San Mauro Pascoli ha tra i propri obiettivi quello della tutela dell'ambiente e del rispetto ed il decoro del nostro territorio – spiega il sindaco Luciana Garbuglia – in questi anni abbiamo promosso iniziative di sensibilizzazione per educare al rispetto dell'ambiente. Ora però per arginare la sempre più diffusa pratica di abbandono di rifiuti abbiamo attivato un sistema sanzionatorio attraverso un maggiore controllo confidando che sia efficace per contrastare chi ancora si rende autore di comportamenti incivili a discapito di tutta la comunità”.

“Le situazioni di degrado e abbandono ci sono state più volte segnalate dai cittadini e dalla nostra Polizia Municipale. - aggiunge l'assessore all'ambiente Stefania Presti - In queste isole sono state posizionate e istallate dieci fototrappole, ossia telecamere mobili che verranno posizionate in diverse isole di volta in volta e che supporteranno gli agenti di Polizia Municipale nell’attività di controllo per riconoscere e sanzionare coloro che in maniera incivile abbandonano materiale in modo non corretto. Inoltre abbiamo deciso di attivare una collaborazione con le Guardie Eco Zoofile (Gev) che ci supporteranno per lo spostamento periodico, sostituzione batterie fotocamere, esportazione delle Sim e consegna delle stesse all'ufficio di Polizia Locale per le verifiche. Le Guardie Eco Zoofile (GEV) potranno procedere ad accertamenti su illeciti di natura ambientale e la loro attività sarà prevalentemente orientata ad una funzione di formazione ed educazione ambientale”.