Rifiuti

Tredici forlivesi beccati a buttare il pattume nel comune di Faenza

Per loro sanzione salata. Il territorio forlivese ha eliminato i bidoni, così è cominciata la pratica di passare il confine amministrativo alla ricerca di cassonetti

Tredici forlivesi beccati a buttare il pattume nel comune di Faenza
| Altro
N. Commenti 0

04/aprile/2019 - h. 11.58

FAENZA - Sono 13 i forlivesi "ribelli" di Alea che sono stati sorpresi dalla polizia locale dell'Unione della Romagna Faentina. Gli agenti hanno posto sotto osservazione in particolare le  vie Corbara e Corleto, dove erano giunte segnalazioni dell’aumento improvviso di rifiuti abbandonati lungo le strade fuori dai cassonetti. I vigili hanno accertato, nel giro di solo due giorni, 35 violazioni, individuando anche i responsabili che, sono risultati essere in nove casi residenti nel Comune di Faenza e in ben tredici casi invece, residenti del forlivese. Per i faetnini multa di 104 euro, sanzione doppia invece per i forlivesi che dovranno rispondere anche di aver portato i propri rifiuti fuori dal comune di residenza.

Il conferimento di rifiuti in contenitori diversi rispetto a quello preposti è punito con una sanzione di 104 euro, mentre la sanzione per il trasporto fuori comune è di 166 euro secondo quanto stabilito dal regolamento di Atersir - Agenzia territoriale dell'Emilia-Romagna per i servizi idrici e rifiuti che disciplina l'attività di vigilanza in materia di raccolta e di conferimento dei rifiuti ed il sistema sanzionatorio. Gli agenti della polizia locale continueranno i controlli anche nei prossimi giorni.