Ravenna

Ortopedico accusato di violenza sessuale. Cassazione annulla la condanna

Processo da rifare in Corte d'Appello per il medico a processo per i palpeggiamenti alle pazienti

Ortopedico accusato di violenza sessuale. Cassazione annulla la condanna
| Altro
N. Commenti 0

07/aprile/2019 - h. 16.04

RAVENNA - La Corte di Cassazione ha annullato la sentenza di condanna in Appello nei confronti di Ernesto Rulli, l'ortopedico un tempo assunto dall'ospedale di Ravenna, accusato di violenza sessuale nei confronti di alcune pazienti. A riportare la notizia è il Corriere Romagna, riepilogando l'iter giudiziario che ha coinvolto il medico in due procedimenti penali paralleli. Il primo, giunto nei giorni scorsi al terzo grado di giudizio, lo vedeva accusato di visite non proprio ortodosse nei confronti di due pazienti. In primo grado il tribunale di Ravenna lo aveva condannato a 6 anni, ridotti in Appello a Bologna a 3 anni e mezzo. E' proprio questa la sentenza che gli Ermellini hanno annullato, rinviando tutto a una nuova sezione della Corte d'Appello.

E' invece fermo alla sentenza in primo grado il secondo procedimento, sempre per violenza sessuale nei confronti di altre due donne che si erano rivolte al dottore per cure di tipo ortopedico. Anche loro avevano denunciato presunti palpeggiamenti nelle pati intime. Le testimonianze nel corso del dibattimento di fronte al collegio penale di Ravenna, avevano portato alla condanna a 3 anni e mezzo lo scorso gennaio. Per le parti civili (una paziente e l'Ausl) i giudici avevano riconosciuto provvisionali di 10mila e 5mila euro.