Ravenna

Carolina, attrice e scrittrice con la sindrome di down, premiata al festival di Berlino

La 35enne lughese ha stupito tutti e il 13 aprile sarà ospite della Cooperativa San Vitale per portare la propria testimonianza di vita e lavoro

Carolina, attrice e scrittrice con la sindrome di down, premiata al festival di Berlino
| Altro
N. Commenti 0

10/aprile/2019 - h. 12.19

RAVENNA - La Sindrome di Down non è necessariamente un limite. A portare la propria testimonianza di vita e lavoro a Ravenna sarà, sabato 13 aprile alle ore 18Carolina Raspanti, la 35enne di Lugo protagonista del film «Dafne» di Federico Bondi, uscito nelle sale il 21 marzo. L'appuntamento è nella libreria-copisteria Libridine (viale Francesco Baracca, 91), lo spazio gestito dalla Cooperativa sociale San Vitale che impiega una decina di giovani con autismo e disabilità intellettiva.

L'appuntamento si inserisce nella rassegna «Le giornate da Libridine» che da due anni continua a pieno ritmo per dare alla cittadinanza la possibilità di vivere lo spazio della libreria al di là della sua funzione originaria, incontrando autori, artisti, attori e tanti altri talenti del territorio. Carolina parlerà al pubblico, prima di tutto, della propria esperienza di attrice: nella pellicola - che ha ricevuto alla Berlinale, uno dei più importanti festival europei, il Fipresci della critica nella sezione Panorama - la donna ha interpretato una giovane con Sindrome di Down che affronta la perdita della madre e le conseguenze che questo evento porta sulla famiglia e sul padre in particolare.

Al di là del film, l'attrice racconterà anche il proprio percorso di vita: si è infatti diplomata all’Istituto professionale come operatore turistico, lavora in un supermercato a Lugo e ha pubblicato i libri «Questa è la mia vita» e «Incontrarsi e conoscersi: ecco il mondo di Carolina», entrambi con la prefazione del pedagogista Andrea Canevaro. Al momento, Carolina è impegnata nella scrittura del suo terzo libro, che narra il «dietro le quinte» del film.