Imola

Le celebrazioni a Sesto Imolese per il 74° anniversario della Liberazione

Gli alunni della scuola "Pasolini Dall’Onda" hanno ricordato i caduti con uno rappresentazione teatrale. Intervenute all'iniziativa la sindaca Manuela Sangiorgi e Fabrizia Fiumi per l’Anpi

Le celebrazioni a Sesto Imolese per il 74° anniversario della Liberazione

Gli studenti e le autorità cittadine durante le celebrazioni di sabato 13 aprile

| Altro
N. Commenti 0

15/aprile/2019 - h. 10.57

IMOLA - Si è svolta, sabato scorso, 13 aprile, la cerimonia di re-inaugurazione del monumento ai caduti di Sesto Imolese, nell’ambito delle iniziative che il Comune di Imola organizzato in collaborazione con Cidra e Anpi, in occasione del 74° anniversario della Liberazione. La re-inaugurazione ha avuto per protagonisti gli alunni e le alunne della classe 2^ A della scuola secondaria di primo grado “Pasolini Dall’Onda” di Sesto Imolese, all’interno del progetto “Quando un posto diventa un luogo”. 

Nella loro performance teatrale, i ragazzi hanno ricordato i lavoratori coatti rastrellati il 9 ottobre 1944 a Sesto Imolese, rievocando attraverso gesti, letture e musiche, quei drammatici momenti, dall'arresto al viaggio in Germania. Prima di deporre una corona al monumento ai caduti di Sesto Imolese, che è stato benedetto dal parroco don Francesco Gaetta, hanno portato il loro saluto la sindaca Manuela Sangiorgi e Fabrizia Fiumi, in rappresentanza dell’Anpi Imola. Nel suo intervento Sangiorgi ha voluto “ringraziare tutti per la presenza al significativo momento di riflessione che coinvolge la comunità di Sesto Imolese nella programmazione delle celebrazioni del 74° anniversario della Liberazione sostenute dall’Anpi, dal Cidra e dal Comune."

"Un applauso sincero - ha aggiunto - ai ragazzi della classe 2^A della “Pasolini Dall’Onda” per la re-inaugurazione del monumento ai caduti di Sesto Imolese attraverso il progetto di arte pubblica, ideato dall’artista Annalisa Cattani, “Quando un posto diventa un luogo”, giunto alla quinta edizione. È elemento meritevole di rinnovato orgoglio l’intensa attività di resistenza al nazifascismo sviluppata nell’area della Bassa Imolese ed in particolar modo a Sesto Imolese. Non è certamente casuale - ha continuato -,ma fonte diretta di una innata essenza antifascista, lanascita in questi luoghi di una serie di gruppi organizzati denominati Squadre ArmatePatriottiche (SAP). Il contributo di questi nuclei in termini logistici, propagandistici e direclutamento a favore dei partigiani è inestimabile. Un rapporto di collaborazione viscerale che innescò la violenta repressione nazifascista e la conseguente scia di morti, arresti e deportazioni nella comunità sestese. Impossibile dimenticare, in tal senso, la giornata del 14 settembre 1944 a Sesto Imolese tra i punti più alti di coesione ed unanimità d’intenti dell’attività di Resistenza locale”. 

La sindaca Sangiorgi ha poi definito Sesto Imolese “baluardo dei profondi valori antifascisti fin dai tempi dell’avvento del regime; le masse popolari e contadine della zona, senza esclusione delle donne e dei più giovani, furono tra le più veraci testimonianze di salvaguardia degli ideali di pace e libertà. A utti noi spetta, davanti a questo monumento, l’onore di rinverdire ed omaggiare la memoria dei tanti protagonisti e dei troppi caduti per la nostra libertà."

"Un necessario processo di apprendimento - ha concluso - a favore delle nuove generazioni come prezioso dono di arricchimento umano e culturale. Guardare cona ttenzione al passato con l’intento di costruire la salvaguardia del nostro presente e del nostro futuro; un nobile esercizio di vita per rinnovare per sempre la memoria e la consapevolezzadell’accaduto”.

 

 

Prossimi appuntamenti
DOMENICA 14 APRILE
Liberazione di Imola
ore 10.00 | Sala del CIDRA (via F.lli Bandiera, 23)
Presentazione del film “Pertini il combattente” di Graziano Diana e Giancarlo De Cataldo. Al termine, ore 11.00
circa, consegna attestati ad honorem ai familiari dei partigiani caduti. Intervengono Manuela Sangiorgi, sindaca di
Imola e Gabrio Salieri, presidente Anpi Imola
ore 16.30 | Piazza Matteotti
Perché suona la campana? Voci, suoni e cronache della Liberazione a Imola, animazione sonora delle tre piazze
cittadine a cura del CIProssimi appuntamentiDOMENICA 14 APRILELiberazione di Imolaore 10.00 | Sala del CIDRA (via F.lli Bandiera, 23)Presentazione del film “Pertini il combattente” di Graziano Diana e Giancarlo De Cataldo. Al termine, ore 11.00circa, consegna attestati ad honorem ai familiari dei partigiani caduti. Intervengono Manuela Sangiorgi, sindaca diImola e Gabrio Salieri, presidente Anpi Imolaore 16.30 | Piazza MatteottiPerché suona la campana? Voci, suoni e cronache della Liberazione a Imola, animazione sonora delle tre piazzecittadine a cura del CIDRA.