Ravenna

Rubano al centro commerciale e si giustificano: "Ce l'hanno ordinato gli spiriti"

Arrestati dai carabinieri due giovani nigeriani. Arresto convalidato, multa di 200 euro a testa

Rubano al centro commerciale e si giustificano: "Ce l'hanno ordinato gli spiriti"
| Altro
N. Commenti 0

24/aprile/2019 - h. 19.48

RAVENNA - Forse ci sarebbe voluto Dylan Dog per completare l'operazione e scovare i mandanti. In mancanza del noto indagatore dell'incubo, i carabinieri si sono limitati ad arrestare gli esecutori del furto: due giovani di 19 e vent'anni. I due giovani hanno sostenuto che il furto che avevano appena messo a segno all'Esp è stato indotto da "voci degli spiriti". 

Tutto è accaduto il 23 aprile, al centro commerciale Esp. I due taccheggiatori sono stati trattenuti dalla vigilanza perché avevano cercato di passare le casse senza pagare la merce e dopo aver danneggiato le placche antitaccheggio. I due - di origine nigeriana - hanno cercato di giustificarsi tirando fuori gli improbabili mandanti. I due ladri, regolari sul territorio e senza precedenti penali, sono stati dichiarati in arresto per furto aggravato. Stamattina l'arresto è stato convalidato ed è stato richiesto il patteggiamento. Il gip del tribunale ha imposto ad entrambi sei mesi di reclusione - pena sospesa - e 200 euro a testa di multa.