Ravenna

Giro di cocaina in riviera: prescrizione per l'ex portiere Sebastiano Rossi

Era coinvolto insieme ad altre 17 persone in un'inchiesta risalente al 2014. Il tribunale decide per il non luogo a procedere. Lui ha sempre negato lo spaccio

Giro di cocaina in riviera: prescrizione per l'ex portiere Sebastiano Rossi

A processo l'ex portiere del milan (a sx) Seba Rossi

| Altro
N. Commenti 0

15/maggio/2019 - h. 13.53

RAVENNA - La posizione dell'ex portiere del Milan Sebastiano Rossi è stata prescritta nell'ambito di un'inchiesta su un presunto giro di cocaina sul litorale cervese. Il tribunale ha pronunciatio - secondo quanto riporta oggi il Resto del Carlino - il non doversi procedere per l'ex calciatore. L'inchiesta vedeva 18 persone al centro delle indagini.  Gli altri a rispondere del medesimo reato - cessioni per lo più di cocaina, dedotte dalle intercettazioni telefoniche - erano piccoli imprenditori o gestori di locali tra le province di Ravenna e Forlì-Cesena. 

Rossi pur ammettendo di avere fatto uso di droga, ha sempre negato lo spaccio. L'indagine era scattata quando nel 2009 i carabinieri avevano arrestato in un hotel di Lido di Savio un albanese con una ottantina di grammi di cocaina, una pistola e più di 11mila euro. Gli inquirenti avevano trovato un taccuino su cui figuravano diversi nomi a partire dai quali erano scattate le intercettazioni. L'inchiesta si era poi intrecciata con un procedimento della Dda di Bologna.