Regione

Bando da venti milioni di euro per progetti di riqualificazione della costa

I Comuni ora dovranno presentare le loro idee: cinque milioni verranno stanziati quest'anno, dieci il prossimo e i restanti nel 2021

Bando da venti milioni di euro per progetti di riqualificazione della costa
| Altro
N. Commenti 0

22/maggio/2019 - h. 17.36

Venti milioni di euro in tre anni per sviluppare progetti di riqualificazione urbana o di innovazione turistica nel distretto balneare dell'Emilia-Romagna. Sono queste le risorse regionali che la Regione stanzierà grazie al bando concernente i criteri, i termini e le modalità per la loro assegnazione che oggi ha ottenuto il parere favorevole dalla commissione Politiche economiche.

Il bando. Il documento arriva in seguito all'approvazione, lo scorso dicembre, della legge regionale 20 per la "promozione dell'innovazione del prodotto turistico e della riqualificazione urbana nel distretto balneare della costa emiliano romagnola". È indirizzato alle amministrazioni comunali: i progetti infatti dovranno riguardare aree e beni di proprietà del Comune proponente oppure, in alternativa, di altri soggetti pubblici ma che siano, per almeno dieci anni, nella disponibilità del medesimo Comune. Dei 20 milioni messi a bando, cinque verranno stanziati quest'anno, dieci invece nel 2020, mentre i restanti cinque nel 2021.

E per ottenere il finanziamento, a fondo perduto che può arrivare a un massimo di dieci milioni di euro, gli interventi dovranno servire a promuovere la qualità architettonica e ambientale dello spazio urbano, a rimuovere eventuali condizioni ed elementi di degrado, a sostenere l'innalzamento e la miglior distribuzione dei servizi e delle attrezzature, con particolare riferimento a quelli turistici, a promuovere l’accessibilità e la fruibilità da parte della persone con disabilità, a prevedere la riduzione degli impatti ambientali con soluzioni attente al tema della sostenibilità e, infine, a promuovere la mobilità sostenibile.

I progetti dovranno essere presentati entro il 15 luglio prossimo. Da quel momento la palla passerà in mano alla commissione di valutazione.

"Siamo felici e soddisfatti- ha sottolineato una consigliera del Partito democratico- del percorso che ha portato a questo bando. Ora bisognerà prestare particolare attenzione alle tempistiche". Focus del Movimento 5 stelle sui beni non di proprietà ma nelle disponibilità dei Comuni.