Ravenna

Morte sospetta in corsia, assolta Daniela Poggiali nell'appello bis

L'ex infermiera era accusata del decesso di una paziente 78enne. La procura aveva chiesto la conferma dell'ergastolo arrivato in primo grado

Morte sospetta in corsia, assolta Daniela Poggiali nell'appello bis
| Altro
N. Commenti 0

23/maggio/2019 - h. 20.13

BOLOGNA - Nuova assoluzione per Daniela Poggiali. L'Appello bis per l'ex infermiera, accusata di aver ucciso con un'iniezione di potassio la paziente Rosa Calderoni, 78 anni, morta l'8 aprile 2014 che si è tenuto a Bologna è finito senza nessuna condanna, esattamente come il primo che era stato poi annullato dalla Corte di Cassazione. Poggiali è così tornata in aula e la procura generale nel pomeriggio aveva  chiesto la conferma dell'ergastolo che era arrivata in primo grado.  I giudici hanno invece riformato la sentenza, assolvendo Poggiali con varie formule dalle accuse di omicidio e di peculato del potassio. La Corte ha anche disposto la trasmissione degli atti alla Procura per valutare la posizione di alcuni testimoni, in relazione ai reati di false dichiarazioni e calunnia.