Commercio

Mercatone Uno, il ministero studia l'accesso per il fondo ai mancati pagamenti

Tavolo tecnico dopo il fallimento di Shernon Holding: "Soggetto inaffidabile scelto dal governo precedente"

Mercatone Uno, il ministero studia l'accesso per il fondo ai mancati pagamenti
| Altro
N. Commenti 0

31/maggio/2019 - h. 11.05

Il primo tavolo tecnico sul Mercatone Uno si è tenuto al Ministero dello Sviluppo Economico nella giornata di ieri, 30 maggio. All'incontro c'erano i rappresentanti dei comitati dei fornitori insiemi ai commissari straordinari e alle Regione coinvolti. Il vertice - che doveva discutere del percorso da intraprendere dopo il fallimento di Shernon Holding - è stato il primo incontro di una sede di confronto permanente. I fornitori " in questi ultimi 5 anni hanno dovuto sopportare una situazione di estrema criticità a causa delle difficoltà operative, finanziarie e gestionali in cui si è trovato il gruppo Mercatone Uno”. 

La nota del ministero sottolinea la necessità  "di procedere a una netta discontinuità rispetto alle scelte portate avanti dal Governo precedente sia durante la fase di amministrazione straordinaria che in quella che ha portato alla cessione dei punti vendita di Mercatone Uno ad un acquirente con debolezze finanziarie e industriali". A tal riguardo, il Ministero spiega di essere al lavoro per definire un quadro più chiaro e completo possibile della situazione aziendale, "con l’obiettivo di individuare insieme alle Regioni sinergie e strumenti da mettere a disposizione dei fornitori. Il Mise è impegnato anche a verificare la possibilità di estendere ai fornitori di Mercatone Uno l’accesso al Fondo per il credito alle aziende vittime dei mancati pagamenti".

Il Sottosegretario Davide Crippa ha sottolineato come “sia necessario fare una attenta valutazione delle criticità portate al tavolo anche dai fornitori, in relazione alla scelta compiuta dal precedente Governo che aveva ceduto Mercatone Uno ad un soggetto, quale Shernon, rivelatosi totalmente inaffidabile”.