Economia

Fallimento Mercatone Uno: i lavoratori protestano, riaperta l'amministrazione straordinaria

Il Ministro pronto a fare ripartire la Cassa Integrazione ma i tempi non sembrano brevi

Fallimento Mercatone Uno: i lavoratori protestano, riaperta l'amministrazione straordinaria

Il presidio a Russi

| Altro
N. Commenti 0

07/giugno/2019 - h. 19.48

Era il giorno delle proteste dei dipendenti della Mercatone Uno. A Russi, Rimini protestano per chiedere ammortizzatori sociali ed una soluzione alla situazione della società fallita. A Rimini questa mattina l'assessore al Lavoro Mattia Morolli ha incontrato insieme ad altri rappresentanti delle Istituzioni locali i lavoratori e le lavoratrici del Mercatone Uno. L’incontro è avvenuto nel corso del presidio organizzato da Filcams Cgil e Fisascat Cisl al punto vendita chiuso di Rimini nord. Presidio anche a Russi, in provincia di Ravenna. L'11 giugno presidio davanti alla prefettura di Forlì, dove i sindacati incontreranno le istituzioni.

Intanto il 6 giugno il Tribunale di Bologna ha dato il via libera alla riapertura dell'amministrazione straordinaria di Mercato Uno. Il decreto di revoca della procedura è sato firmato ora e ora il Ministero dovrà nominare nuovamente i commissari, probabilmente saranno confermati Stefano Coen, Ermanno Sgaravato e Vincenzo Tassinari. 

 "Sbloccherò subito la cassa integrazione - ha detto il ministro Luigi Di Maio - , non appena il Tribunale autorizzerà la procedura di amministrazione straordinaria", aveva scritto su Facebook. “Il Fondo apposito per le vittime di mancati pagamenti, da 30 milioni di euro, verrà esteso anche ai fornitori di Mercatone Uno, nel caso in cui l’azienda venisse imputata di bancarotta fraudolenta. Questo lo faremo già la settimana prossima, grazie a un emendamento che presentiamo al decreto legge Crescita”. La cassa integrazione potrà partire solo dopo che i lavoratori saranno fatti passare dall'attuale società fallita (Shernon Holding) all'amministrazione straordinaria.