Forlì

La svolta a destra di Forlì: Gianluca Zattini nuovo sindaco

Il ballottaggio ha decretato la vittoria del candidato di centrodestra, il Pd: "Buon lavoro al sindaco, per noi opposizione dura e responsabile"

La svolta a destra di Forlì: Gianluca Zattini nuovo sindaco
| Altro
N. Commenti 0

10/giugno/2019 - h. 08.46

E' stata davvero la volta buona. Gianluca Zattini ha espugnato dopo cinquant'anni Forlì, con la città che svolta a destra. Grande festa nel quartier generale del candidato: «Ora - ha detto a caldo Zattini - sarò il sindaco di tutti: di chi mi ha votato ma anche di chi non mi ha votato». Zattini è diventato sindaco con il 53% dei voti. In numeri assoluti ha confermato gli elettori del primo turno (27.206) mentre l'avversario di centrosinistra, Giorgio Calderoni, è passato da 22.676 a poco più di 24mila. Troppo pochi: Calderoni non è riuscito con tutta evidenza a convincere gli elettori. 

Il Pd va ora all'opposizione: “Ringraziamo i tanti elettori che ci hanno dato fiducia e, con loro, Giorgio Calderoni per la grande generosità dimostrata nei confronti della città di Forlì e per essersi speso fino all’ultimo giorno di questa lunga e difficile campagna elettorale – affermano Valentina Ancarani e Massimo Zoli, segretario territoriale e comunale del PD forlivese -. Rassicuriamo i forlivesi che ci hanno votato promettendo che faremo una dura e responsabile opposizione. Auguriamo a Gianluca Zattini buon lavoro, auspicando che dimostri di essere il sindaco di tutti i forlivesi e non solo di una parte”.