Forlì

Altro che ladro, nel giardino c'era un guardone...

La polizia interviene per una persona sospetta nel cortile del condominio. Ma quando gli agenti sono arrivati hanno scoperto che l'uomo era da quelle parti per ben altri motivi

Altro che ladro, nel giardino c'era un guardone...
| Altro
N. Commenti 0

11/giugno/2019 - h. 19.11

FORLì - L’altro ieri notte una volante della Questura di Forlì  è intervenuta in via Fulceri a richiesta di una residente che riferiva di avere sorpreso un uomo nell’area condominiale, sospettando potesse essersi introdotto per commettere un furto. Quando la polizia è sopraggiunta dell’uomo non vi era più traccia, in quanto era stato cacciato dal fidanzato della figlia della persona che aveva richiesto l’intervento. 

Sul punto, il fidanzato, e la sua ragazza, hanno raccontato che mentre si trovavano nella camera da letto, proprio mentre lei si stava spogliando, si è accorta che c’era una persona che la stava osservando nell’oscurità, approffittando del fatto che a causa del caldo degli ultimi giorni la finestra era aperta e le tende non erano tirate. Presa dallo spavento per questa improvvisa apparizione, la ragazza ha gridato ed il suo fidanzato è subito intervenuto recandosi in giardino cogliendo l’uomo ancora all’interno.

Costui aveva una bottiglia di vino in mano e ha cercato di giustificarsi dicendo che avendo notato il cancello aperto ed aveva pensato di introdursi all’interno per cercare un posto più “riservato” per bere il vino. Questa circostanza che la persona avesse in mano una bottiglia di vino ha indotto gli operatori a identificare un giovane che ancora era nei pressi. Immediatamente controllato, non aveva alcunché di sospetto al seguito che potesse fare intendere o confermare la sua intenzione di commettere furti. Nelle mani, solo la bottiglia di vino, ormai a metà. Le vittime di questa particolare intrusione nella loro sfera privata dovranno ora valutare se sporgere querela per violazione di domicilio.