Rimini

Pneumatici, termosifoni, plastica: discarica sottomarina sul fondale di Viserba

Operazione di pulizia portata avanti dalle Fiamme Gialle. Per far emergere i termosifoni sono stati usati palloni di sollevamento

Pneumatici, termosifoni, plastica: discarica sottomarina sul fondale di Viserba
| Altro
N. Commenti 0

12/giugno/2019 - h. 11.14

RIMINI - Termosifoni, pneumatici e tantissima plastica. Tutto in fondo al mare. Ha dell'incredibile quanto trovato dalle Fiamme Gialle della stazione Navale di Rimini: una vera e propria discarica sottomarina nell'area del porticciolo di Viserba. I sommozzatori hanno fatto immersione lungo le scogliere frangiflutti del Riminese. Le mirate e prolungate attività di ricerca condotte hanno portato a scoprire una vera e propria discarica sommersa di rifiuti di vario tipo, la cui presenza sul fondale è verosimilmente derivante dall’abbandono da parte di privati utilizzatori. 

In particolare, è stata individuata la presenza di termosifoni in ghisa, pneumatici esausti, griglie metalliche, spezzoni di reti ed ancorotti da pesca, buste di plastica e lattine, semi sommersi dalla sabbia ma presenti sul fondale marino ormai da tempo. I sommozzatori del Corpo si sono subito attivati per il recupero del materiale, utilizzando il pallone di sollevamento in dotazione per portare a galla i pesanti termosifoni in ghisa individuati, e conferendo successivamente tutti i rifiuti trasportati a terra ad un operatore ecologico autorizzato per l’avviamento allo smaltimento.

« Gettare qualsivoglia tipologia di rifiuto in mare - ricorda la Finanza - , oltre a costituire un illecito punito dal testo unico ambientale, determina gravi danni e forme di inquinamento persistenti sia all’ambiente marino sia alla flora e fauna ittica che lo popola. L’operazione condotta si colloca nell’ambito delle più ampie attività di prevenzione, ai fini del controllo economico del territorio e di tutela dell’ordine e della sicurezza pubblica in mare, rivolte trasversalmente anche alla tutela dell’ambiente e della salute pubblica, che vede impegnate diuturnamente lungo la fascia costiera emiliano - romagnola le unità navali del Reparto Operativo Aeronavale di Rimini, la cui azione si intensifica con l’approssimarsi della stagione estiva».