Rimini

Consumo di bevande alcoliche in centro storico: multate dieci persone

Partiti i pattugliamenti per controllare il rispetto dell'ordinanza del sindaco contro il fenomeno

Consumo di bevande alcoliche in centro storico: multate dieci persone
| Altro
N. Commenti 0

17/giugno/2019 - h. 13.02

RIMINI - A partire dallo scorso sabato 15 giugno  è entrata in vigore l’ordinanza del sindaco  contro le problematiche derivanti dal consumo di bevande alcoliche in aree pubbliche del centro storico. Disposizioni contenibili e urgenti, in vigore fino al 30 ottobre, il cui obiettivo è quello porre fine a tutte quelle situazioni problematiche che si ingenerano, a causa dello smodato consumo di bevande alcoliche, come bivacchi, comportamenti aggressivi o che mettano a rischio le regole minime di convivenza civile di una comunità.

Con queste medesime finalità la Polizia Locale ha iniziato, lo scorso sabato, i controlli previsti dall’ordinanza, che hanno già prodotto risultati importanti. Un primo intervento, eseguito da una squadra di 8 agenti in abiti civili, che si sono concentrati nel perimetro previsto dall’ordinanza, ed in particolare nell’area del mercato coperto, via Dante, via Michele Rosa, 4 Novembre, Batarra, Quintino Sella, Castelfidardo, Cornelia, Aponia.

Una zona estesa, nella quale la nuova squadra anti degrado ha elevato 10 violazioni. Sono stati sanzionati soggetti di nazionalità bulgara e rumena, sorpresi a consumare alcolici nell’area posta a divieto, in prevalenza birra ma anche vino e superalcolici. Il contenuto degli alcolici è stato svuotato e quindi il contenitore conferito negli appositi contenitori, come prevede l’ordinanza. Un’operazione di pattugliamento e controlli, che si è svolta senza obiezioni o nessuno che opponesse particolare resistenza, che la Polizia Locale continuerà  per tutta la durata dell’ordinanza.

Le aree interessate: Dal 15 giugno al 30 ottobre 2019 sarà vietato il consumo di bevande alcoliche, di qualsiasi gradazione e in qualsiasi contenitore, tutti i giorni  nelle aree pubbliche, aperte al pubblico e soggette ad uso pubblico ricomprese all'interno del perimetro definito da Piazzale Cesare Battisti, inclusi i giardini lato ferrovia), Via Dante Alighieri, Via Roma, nel tratto ricompreso tra l'intersezione con la Via Dante Alighieri e l'intersezione con la Via Bastioni Orientali, Largo Martiri d'Ungheria, Parco Cervi, Via Bastioni Orientali, Largo Giulio Cesare, Corso d'Augusto, comprese Piazza Tre Martiri e Piazza Cavour e Piazzetta di Servi, Bastioni Settentrionali, Via Savonarola e Via Graziani, comprese le vie che delimitano il perimetro stesso. Il divieto è esteso a tutte le aree verdi e tutte le aree e zone fruibili e accessibili pubbliche o ad uso pubblico ricomprese in questo perimetro, ad eccezione delle superfici di somministrazione autorizzate e dehors.