Rimini

Lo controllano al supermercato, lui prende a pugni i carabinieri

Inspiegabile gesto di un uomo: incensurato e regolare, stava disturbando i clienti al supermercato. Quando l'Arma ha chiesto i documenti lui ha colpito un militare

carabinieri generica
| Altro
N. Commenti 0

27/giugno/2019 - h. 15.54

Un uomo di 33 anni, nigeriano, è stato arrestato dai carabinieri di Novafeltria. L'uomo è stato sorpreso mentre infastidiva i clienti al centro commerciale Valmarecchia di Villa Verucchio. I due militari hanno chiesto i documenti allo straniero ma questo, dopo aver rifiutato di fornirli, ha sferrato improvvisamente due pugni ad uno dei due carabinieri. Subito immobilizzato, è stato arrestato per violenza e resistenza a un pubblico ufficiale, lesioni e rifiuto di fornire indicazioni sulla propria identità personale. Giunti alla stazione darabinieri di Villa Verucchio, è stata appurata la sua identità attraverso le sue impronte digitali: si tratta di un nigeriano, regolarmente soggiornante anche se, attualmente, senza fissa dimora.
«Non si è riusciti, tuttavia, a comprendere la motivazione del gesto così rabbioso e violento nei confronti dei militari che ha sorpreso anche molti passanti, il ragazzo non è infatti gravato da provvedimenti di cattura e neanche da altri precedenti penali, ne era armato. Egli non aveva, quindi, nulla da nascondere e nessuna ragione per ferire il carabiniere che aveva davanti» spiega il capitano Silvia Guerrini. Resta l’ipotesi che fosse sotto l’effetto di qualche sostanza stupefacente o che sia mentalmente disturbato.

In accordo con il pm di turno, l’arrestato è stato trattenuto in camera di sicurezza in caserma a Novafeltria e condotto stamattina, 27 giugno, in udienza “direttissima” al Tribunale di Rimini. Arresto convalidato e soggetto condannato a 6 mesi di reclusione con sospensione condizionale della pena.