Ravenna

Continua la rassegna "Terrena": ad Alfonsine il poeta Tiziano Fratus racconta "Giona delle sequoie"

Seguirà il concerto di Adriano Zanni, artista sonoro e stimato fotografo del territorio romagnolo

Continua la rassegna "Terrena": ad Alfonsine il poeta Tiziano Fratus racconta "Giona delle sequoie"

Fornace Violani

| Altro
N. Commenti 0

13/luglio/2019 - h. 12.37

RAVENNA - Il prossimo evento di Terrena si terrà lunedì 15 luglio a partire dalle 19 ad Alfonsine a Fornace Violani, dove il poeta e scrittore Tiziano Fratus racconterà "Giona delle sequoie" nello splendido e incontaminato contesto dell’oasi, accompagnato dalla musica di Adriano Zanni "Ricordo quasi tutto", disco in cui gli alberi che si fanno bosco sono un fitto ammasso di ricordi e pensieri.

"La visione artistica di questa nuova edizione di Terrena - scrivono gli organizzatori - infatti si ispira all’ascolto della natura tramite gli alberi, che hanno spesso più anni degli esseri umani e se potessero parlare testimonierebbero la storia delle nostre comunità. In Bassa Romagna ci sono luoghi in cui possiamo riscoprire come sarebbe il mondo senza di noi, grazie alla presenza di aree protette di riequilibrio ambientale, nelle quali la natura è libera di svilupparsi: pochi metri prima i filari dei campi e le lingue di asfalto, con la memoria che va alle centuriazioni romane, subito dopo intravvediamo una selva ed entriamo in territori quasi inesplorati che sembrano non avere subìto l’avanzare della storia."

Tiziano Fratus è poeta e scrittore. Incontrando le sequoie millenarie in California e i boschi delle Alpi ha coniato il concetto di HOMO RADIX, una pratica quotidiana di meditazione in natura. In vent’anni ha pubblicato opere per i maggiori editori italiani che lo caratterizzano come una delle voci più attente ai confini semantici e poetici di una riconciliazione possibile fra umano e natura.Fratus crede in una “scrittura ambientale” e ritiene la poesia un prodotto della terra. Seguirà il concerto di Adriano Zanni,artista sonoro e stimato fotografo del territorio romagnolo.L’artista ha all’attivo diverse pubblicazioni fotografiche e mostre d’arte contemporanea; ama esplorare il territorio prendendosi cura di alberi e paesaggi solitari attraverso progetti multidisciplinari.

L’edizione 2019 di Terrena proseguirà nella seconda metà di luglio con gli ultimi tre movimenti del festival e l’inaugurazione delle opere di Land Art curate dagli artisti Andreco e Oscar Dominguez.

Terrena, tracciati di land art in Bassa Romagna è un progetto del Servizio Promozione Territoriale, comunicazione e progettazione europea e del Servizio di Promozione Turistica dell’Unione dei Comuni della Bassa Romagna. La Direzione artistico-organizzativa è stata affidata a Bronson Produzioni, Direzione artistica di Chris Angiolini con la consulenza di Lorenzo Donati, giornalista e critico, gruppo Altre Velocità. Lo sviluppo visual e comunicazione è curato dall’Agenzia Comunicattivi. 

L’ingresso agli eventi è gratuito e ci sarà la possibilità di usufruire di punti ristoro dedicati. Tutti gli aggiornamenti e i dettagli tecnici saranno pubblicati sul sito www.terrenalandart.it e sulla pagina facebook @terrenalandart. La rassegna è realizzata con il contributo di Destinazione Romagna e de La Cassa di Ravenna.

Per informazioni: comunicazione@unione.labassaromagna.it.