Rimini

Sparò e uccise per vendicare la morte del padre: arrestato a Rimini

Da 31 anni era ricercato. Uomo turco preso mentre era in vacanza in Riviera, ora verrà estradato

Fotorepertorio
| Altro
N. Commenti 0

06/agosto/2019 - h. 17.32

RIMINI -  Nell’ambito dei servizi di controllo del territorio svolti in modo assiduo dalla Polizia di Stato di Rimini, una volante ha controllato un 52enne di origine turca, in ferie su questa Riviera con una amica, nei cui confronti pendeva un mandato di cattura europeo inserito da Interpol. L’uomo, ricercato dalle autorità turche in campo internazionale ai fini dell’estradizione, era stato riconosciuto colpevole del reato di omicidio a seguito di faida. 

Il fatto criminoso si sarebbe verificato in Svizzera nel 1988 quando, per vendicare la morte del padre, il ricercato aveva sparato contro un uomo, uccidendolo. La vittima era il padre dell’uomo che, secondo l’assassino, aveva causato la morte del padre. Accompagnato nei locali della Questura, dopo aver accertato l’esatta identità tramite fotosegnalamento e riscontro Afis, si provvedeva a contattare la Direzione Centrale della Polizia Criminale-Servizio per la Cooperazione Internazionale di Polizia la quale confermava la validità della segnalazione a carico dello straniero. Informata l’autorità giudiziaria competente, è stato portato in carcere a disposizione del Presidente della Corte d’Appello di Bologna che deciderà in merito alla richiesta di estradizione dell’autorità turca.