Crisi di governo

Il Pd si compatta: mandato a Zingaretti per trattare con i grillini

Nessuna divisione all'interno del partito. Cinque punti programmatici da cui partire

Nicola Zingaretti
| Altro
N. Commenti 0

21/agosto/2019 - h. 16.26

ROMA - Il Partito Democratico ha deciso di andare a vedere le carte del Movimento 5 Stelle per l'ipotesi di un governo tra Pd e Movimento 5 Stelle. I Dem si sono compattati e hanno votato all'unanimità, per acllamazione, il documento del segretario Nicola Zingaretti che ha ricevuto dalla direzione del Pd il mandato a aprire una trattativa per verificare la possibilità di "un governo di svolta per la legislatura", in "discontinuità" col precedente. Il governo giallo verde caduto ieri "è stato uno dei peggiori della storia della Repubblica, dopo 14 mesi è fallito". "Per il Paese l'eredità di questo governo è drammatica", ha detto Zingaretti nella relazione alla Direzione del Pd.  

Il Pd propone di parlare da cinque punti programmatici: sviluppo basto sulla sostenibilità ambientale; cambio nella gestione di flussi migratori,con pieno protagonismo dell'Europa; svolta delle ricette economiche e sociale, in chiave redistributiva, che apra una stagione di investimenti": sono i cinque punti indicati da Zingaretti nella relazione alla Direzione del Pd per trattare sulla nascita di un nuovo governo.

"Sono molto contento e molto soddisfatto per il livello di unità e compattezza che abbiamo trovato nella direzione del partito che per la prima volta dopo moltissimi anni ha votato dandomi un mandato all'unanimità. Noi siamo pronti per riferire al presidente Mattarella la nostra piena disponibilità a verificare le condizioni di un governo di svolta utile al paese", ha detto il segretario del Pd al termine della direzione del partito.