Libri

Arrigo Sacchi racconta a Cervia la Coppa degli Immortali

Appuntamento venerdì sera al Fantini Club: il tecnico ripercorre l'epopea del 1989, quando vinse il torneo con un leggendario Milan

Arrigo Sacchi racconta a Cervia la Coppa degli Immortali
| Altro
N. Commenti 0

21/agosto/2019 - h. 17.58

E’ in arrivo sulla spiaggia di Cervia un nuovo appuntamento della rubrica “Incontri con l'autore al Fantini Club”. Venerdì 23 agosto alle ore 17,00, Arrigo Sacchi presenta il suo libro "La coppa degli immortali", edito da Baldini + Castoldi. Insieme all’autore, parteciperanno alla presentazione: Franco Ordine, giornalista de Il Giornale e opinionista televisivo Mediaset, Stefano Bonaccini, Presidente della Regione Emilia Romagna, e Davide Cassani, Presidente APT Servizi Emilia-Romagna.

Il libro racconta la leggenda del Milan 1989, da alcuni considerata dall'Uefa la squadra più forte di tutti i tempi. "Ho sempre pensato che il calcio non fosse un fatto solo difensivo o solo offensivo. Il calcio era saper fare tutto". Nel calcio di Arrigo Sacchi conta lo spettacolo, non il risultato a ogni costo. Anche se ciò comporta rischiare qualcosa di più. Con questa filosofia e modo di intendere il football, il «profeta di Fusignano» è entrato nella Storia del gioco più bello del mondo e l’ha cambiata, introducendo princìpi e concetti mai visti prima, diventati scuola preziosa per i più illuminati fra i suoi successori.

Così, l’allenatore più eretico di sempre – di recente nominato dalla prestigiosa rivista «France Football» primo fra gli italiani e fra i tre più grandi in assoluto, con Rinus Michels e Alex Ferguson – è riuscito a creare una squadra formidabile, passata alla Storia come quella degli «Immortali» e celebrata ufficialmente dall’Uefa come il migliore club di tutti i tempi. A trent’anni esatti dalla conquista della leggendaria Coppa dei Campioni del 1989, Sacchi racconta l’impresa che ha segnato il calcio moderno: dalla nebbia di Belgrado al 4 a 0 della finale di Barcellona, dai gol «fantasma» contro Stella Rossa e Werder Brema, al 5 a 0 al mitico Real Madrid a San Siro, vera epopea del «sacchismo». Episodi e testimonianze inediti, aneddoti gustosissimi, pagine preziose dei suoi Diari di quegli anni rimaste fino a oggi segrete e per la prima volta riprodotte integralmente: il tutto narrato grazie alla penna di Luigi Garlando, prima firma della «Gazzetta dello Sport» e autore bestseller.