Imola

Paola Freddi prende il posto di Minorchio nella giunta Sangiorgi

Geometra di 46 anni sarà assessore allo Sviluppo sostenibile del territorio

Paola Freddi prende il posto di Minorchio nella giunta Sangiorgi

Paola Freddi con Manuela Sangiorgi

| Altro
N. Commenti 0

04/settembre/2019 - h. 16.39

IMOLA - E’ stata presentata nel pomeriggio dalla Sindaca Manuela Sangiorgi, nella Sala Verde della residenza municipale, Paola Freddi, nata a Imola il 25 gennaio 1973, che ricoprirà il ruolo di Assessora allo Sviluppo Sostenibile del Territorio del Comune di Imola con le seguenti deleghe: Pianificazione Territoriale; Urbanistica; Edilizia; Toponomastica; Lavori Pubblici (ricompresa la gestione dei rapporti con la Società in house Area Blu); Smart City; Osservanza; Innovazione Tecnologica.

Nella ripartizione complessiva delle deleghe della Giunta Sangiorgi, la Mobilità Sostenibile sarà in carico all’assessore Longhi ed il Patrimonio all’assessora Fini. “Ringrazio la Sindaca Sangiorgi per la fiducia accordatami a ricoprire un ruolo che, da imolese di nascita, mi investe di ulteriori oneri e responsabilità nei confronti della città e dei concittadini. Sono diplomata geometra ed in questi anni, pur investendo molte energie sulla mia famiglia, ho mantenuto costante l’aggiornamento relativamente alle competenze della materia ed allo scenario tematico di Imola. C’è molto lavoro da fare, prediligo una operatività a piccoli passi ma precisi e concreti. Ho conosciuto in questi giorni la struttura legata al mio assessorato e l’ho trovata disponibile, preparata, affidabile e particolarmente motivata” spiega l’assessore Freddi. Geometra, la Freddi sostituisce in Giunta Massimiliano Minorchio che aveva rassegnato le dimissioni dall’incarico lo scorso 26 agosto.

Il commento della Lega Nord

“Come sempre non giudico le persone prima di vederle all’opera, ma auspico un cambio di passo radicale per ridare slancio al nostro Comune, oggi impantanato da posizioni ideologiche e divisioni interne alla maggioranza dannose”. A commentare la nomina è il Consigliere leghista Daniele Marchetti.
 
“Il suo predecessore, salvo qualche scatto sul finale per quanto riguarda la bretella e il nuovo ponte sul Santerno – continua - si è dimostrato in linea con il resto della maggioranza grillina, cioè immobile. Ora sono curioso di capire che linea prenderà l’Amministrazione pentastellata imolese sulle infrastrutture da completare e realizzare. Ci sarà un cambio di passo oppure no? Mi auguro che la politica dei no non prenda piede anche sul nostro territorio. Mi aspetto anche qualche modifica sul Regolamento urbanistico edilizio, i paletti introdotti ad esempio sulle superficie accessorie sono troppo restrittivi e potrebbero portare ad una pioggia di ricorsi.”.
 
“Altra questione da affrontare è quella del cimitero del Piratello che ormai cade a pezzi. Ci fu detto dall’ormai ex Assessore Minorchio che il Comune avrebbe richiesto dei fondi alla Regione per sistemarlo almeno in parte, ma da quel che ci risulta non è mai stata fatto. Insomma sono tante le cose da affrontare, ma al momento, vedendo lo stato di salute della maggioranza, temo che prevarrà l’immobilismo” – conclude Marchetti.