Forlì

Campanili illuminati dal Comune a Natale, l'opposizione: "Interpelleremo la Corte dei conti"

Scontro sulla scelta dell'amministrazione forlivese che stanzierà 110mila euro per l'illuminazione delle strutture diocesane. Il Pd non ci sta e vota contro

Campanili illuminati dal Comune a Natale, l'opposizione: "Interpelleremo la Corte dei conti"
| Altro
N. Commenti 0

23/settembre/2019 - h. 16.39

FORLì - Il Comune spenserà 110mila euro per illuminare i 27 campanili della città. La delibera, votata dal consiglio comunale di Forlì, è stata approvata nei giorni scorsi e il Pd ha votato contro e ora minaccia di fare ricorso alla Corte dei Conti. L'amministrazione ha votato una variazione di bilancio ad hoc che prevede lo stanziamento. Per i Dem, un investimento che rappresenta "una spesa spropositata e non condivisibile. Non condividiamo la scelta dell’assessore Vittorio Cicognani – spiegano -, che ha giustificato l’impegno come ‘un segnale di vicinanza alle frazioni stesse, che per le feste di Natale non hanno mai avuto, da quello che mi ricordo, un intervento di questo tipo’. Addirittura l'assessore ha annunciato l’intenzione, previa autorizzazione dalle Belle Arti, di mantenere per tutto l’anno l'illuminazione dei campanili".

Il Pd attacca ricordando come le stesse parole del vescovo Livio Corazza, lette dal sindaco in occasione dell'insediamento del consiglio comunale, a buon intendimento della comunità forlivese, "contenevano infatti l’espressa raccomandazione, sulla scorta delle indicazioni di Papa Francesco, di aiutare gli ultimi, con una solidarietà fraterna che si esplica nelle Caritas diocesane e nei gruppi di ascolto, punti di riferimento per le persone economicamente e socialmente svantaggiate, che il Vescovo invitava a valorizzare e sostenere”. Il Pd contesta anche "l'inquinamento luminoso e il consumo energetico non giustificato" e il partito si chiede se monsignor Corazza abbia "realmente   ‘accordato il proprio consenso’ a questa singolare iniziativa di spesa, rivolta al mero abbellimento estetico delle torri campanarie. Dal momento che, infine, ci sembra evidente lo spreco di denaro pubblico - l'amministrazione poteva anzitempo indagare la possibilità di forme di finanziamento non esclusivamente pubbliche - connesso a questo tipo di impegno, provvederemo a segnalare la vicenda alla Corte dei conti, affinché valuti la legittimità della spesa ed attui ogni eventuale provvedimento conseguente".

Da parte sua il Comune ha giustificato la scelta di abbellire durante il Natale "non solo il centro storico, ma anche tutti i campanili della nostra Città, che rappresentano un importante simbolo del messaggio che  questa festività porta con sé. Questo obiettivo sarà perseguito grazie allo stanziamento che l'Amministrazione comunale ha destinato ai ventisette campanili forlivesi che si vedranno così illuminati in occasione del prossimo Natale. Inoltre, per evitare superflui costi di noleggio, le luci potranno rimanere installate ed essere così riutilizzate anche per altre occasioni. Alla domanda dei giorni scorsi, avanzata dal capogruppo del Partito Democratico, se tali agevolazioni fossero destinate anche per illuminare il minareto della moschea presente nella nostra Città, si aggiunge la risposta del Vice Sindaco Daniele Mezzacapo che ribadisce: “Non si tratta di fare differenze, ma semplicemente di riconoscere una realtà: la moschea non è luogo ove si celebri il Santo Natale. Sarebbe forse addirittura irrispettosa una sua illuminazione in tale momento”.