Ciclismo

Doping, gli organizzatori della Nove Colli fanno causa ai ciclisti non negativi

Alessandro Spada: "Oggi è il tempo di passare alle azioni per emarginare definitivamente questi individui"

Doping, gli organizzatori della Nove Colli fanno causa ai ciclisti non negativi
| Altro
N. Commenti 0

25/settembre/2019 - h. 17.08

CESENATICO - Azioni legali contro i ciclisti che sono risultati non-negativi al controllo antidoping della Nove Colli di Cesenatico 2019. Così il gruppo ciclistico "Fausto Coppi", organizzatore della celebre granfondo internazionale, ha avviato le azioni legali contro i corridori. Per la prima volta - spiega il gruppo ciclistico - "una granfondo promuove azioni legali contro concorrenti risultati non negativi ai controlli antidoping. Come da regolamento della manifestazione le società di appartenenza dovranno rispondere per responsabilità oggettiva assieme ai trasgressori. "Promuoviamo il ciclismo come strumento di benessere e giovialità collettiva - spiega il presidente della 'Fausto Coppi', Alessandro Spada -: abbiamo inserito da tempo nel nostro regolamento una multa per coloro che fossero stati trovati positivi alla 'Nove' Colli. Oggi - conclude - è il tempo di passare alle azioni per emarginare definitivamente questi individui".