Rimini

Sandra Sabattini sarà beata: la gioia della comunità Giovanni XXIII

Il Papa ha autorizzato la congrega a promulgare il decreto riguardo al miracolo che salvò la vita a Stefano Vitali

Sandra Sabattini sarà beata: la gioia della comunità Giovanni XXIII
| Altro
N. Commenti 0

03/ottobre/2019 - h. 17.26

RIMINI - Sandra Sabattini, giovane riminese, sarà beatificata. La ragazza è morta il 2 maggio 1984 a 22 anni  mentre si stava recando ad un incontro della Comunità Papa Giovanni XXIII di cui faceva parte. È stato proprio il fondatore della comunità don Benzi a cogliere, fin da subito, il suo «animo profondo e semplice, contemplativo e razionale, immerso in una fede profonda», leggendo le riflessioni che lei annotava su foglietti, diari scolastici, bigliettini, all'insaputa di tutti. Un tesoro che il sacerdote ha voluto raccogliere e pubblicare ad un anno dalla sua morte, in un diario. Sandra morì investita da un'automobile.

La Comunità Papa Giovanni XXIII «splode di gioia» alla notizia. Il presidente Giovanni Paolo Ramonda spiega che il Pontefice ha autorizzato la Congregazione delle Cause dei Santi a promulgare il Decreto riguardante il miracolo, attribuito all’intercessione di Sandra Sabattini, Laica; era nata il 19 agosto 1961 a Riccione.


Il miracolo. Nel 2007 Stefano Vitali, già segretario di Don Oreste Benzi, al tempo Aassessore del Comune di Rimini, scoprì di avere un tumore inguaribile al colon. I medici gli diedero pochi mesi di vita a causa delle 45 metastasi diffuse in tutti gli organi vitali. Don Oreste Benzi affidò immediatamente Stefano Vitali a Sandra, tutta la Comunità Papa Giovanni pregò la giovane per la guarigione. La cronaca medica documenta che dopo tre mesi ci fu la remissione clinica completa di tutta la malattia, caso unico nelle statistiche sui tumori al colon.