Rimini

Il Comune chiude 35 alberghi non in regola con le norme anti incendio

Il 30 giugno scorso, sono scaduti i termini per gli hotel con più di 25 posti letto per presentare tutta la documentazione necessaria

Viale Regina Elena
| Altro
N. Commenti 0

10/ottobre/2019 - h. 19.31

RIMINI - Il Comune di Rimini ha notificato il divieto di prosecuzione dell'attività a 35 alberghi non in regola con le normative di sicurezza antincendio. Il provvedimento è scattato perché durante il periodo previsto per legge le strutture non si sono adeguate alla normativa antincendio, ammodernando i sistemi di sicurezza. Il 30 giugno scorso, infatti, sono scaduti i termini per gli hotel con più di 25 posti letto per presentare allo 'Sportello Unico delle Attività produttive' tutta la documentazione necessaria. Si tratta della cosiddetta 'Scia parziale', che attesta i requisiti minimi in materia di prevenzione incendi.

Scaduto il termine per l'adeguamento, la legge Regionale del 2004 prevede il divieto di prosecuzione dell'attività per tutte quelle strutture che non abbiano presentato la pratica. Ora gli alberghi hanno otto giorni per spostare eventuali ospiti in altre strutture e trascorso tale periodo scatterà l'obbligo di interrompere l'attività.