Forlì

Tariffe rifiuti, Alea al lavoro per i correttivi

Si sta esaminando in particolare modo la situazione di imprese e proprietari di seconde case

Tariffe rifiuti, Alea al lavoro per i correttivi

Arriva il 'porta a porta' in 13 Comuni della provincia di Forlì-Cesena

| Altro
N. Commenti 0

25/ottobre/2019 - h. 18.24

FORLì - Si è riunito questa mattina il Coordinamento soci di Alea Ambiente, nel corso del quale i rappresentanti delle 13 Amministrazioni comunali che controllano la società in house providing, hanno trattato ed approvato alcune modifiche al regolamento di gestione, all’interno di un percorso di miglioramento progressivo del servizio.

«Misure specifiche - scrive la società in una nota -  sono state previste a favore delle utenze domestiche del territorio, riguardo la raccolta e lo smaltimento di sfalci e potature (innalzamento del numero di svuotamenti gratuiti) e dei rifiuti igienici sanitari (possibilità di conferire senza alcun costo gli assorbenti igienici femminili direttamente presso un ecocentro). Agevolazioni sono state individuate anche per i titolari di “seconde case messe a disposizione e predisposte». 

Sono state oggetto di confronto, stamane, «anche le situazioni delle imprese e delle utenze non domestiche in generale. Portate all’attenzione le istanze e le segnalazioni pervenute nel corso dell’attività dal tavolo di lavoro congiunto con le Associazioni di categoria -con cui nelle prossime settimane continuerà il confronto- si sono studiate le prime simulazioni, a partire dalla riclassificazione delle fasce dimensionali delle attività. Sono state, inoltre, confermate le agevolazioni per le case soggette a stagionalità, a fronte della presentazione di una Scia».

Con la definizione del metodo di calcolo della tariffa per l’anno 2020, «le Amministrazioni stanno mettendo a punto il sistema di raccolta porta a porta, tenendo conto dei dati e delle indicazioni recepite in questo primo anno di attività. Si ricorda, infatti che poiché il servizio è entrato in vigore in maniera completa solo nel corso del 2019, le bollette sono state emesse tenendo conto di un doppio sistema di calcolo, quello normalizzato relativamente ai primi mesi dell’anno e quello puntuale relativo al restante periodo. Il confronto interno ai soci proseguirà in occasione delle prossime riunioni del Coordinamento e procederà di pari passo con l’attività condotta dal tavolo di lavoro tematico».

 

In relazione alle utenze non domestiche, inoltre, è stato approvato dai soci, per l’anno 2019, lo sconto del 10% relativo allo smaltimento dei rifiuti igienici sanitari (pannoloni) da parte delle strutture socio-assistenziali e residenziali di tutti i comuni; mentre per il 2020 si sta valutando una tariffa solidale per le stesse categorie.