Rimini

Sicurezza in zona stazione a Rimini: il Comune studia azioni per migliorare la situazione

L'assessore: "Contesto che contribuisce a creare un clima di insicurezza non solo tra i residenti, ma soprattutto dei tanti pendolari che si servono della stazione quotidianamente, soprattutto in orari serali"

La stazione ferroviaria di Rimini in notturna

La stazione ferroviaria di Rimini in notturna

| Altro
N. Commenti 0

12/novembre/2019 - h. 10.43

RIMINI - Il Comune di Rimini vuole risolvere una volta per tutta il problema del degrado in zona stazione. Lo ha detto l'assessore alla Sicurezza Jamil Sadegholvad che riconosce un problema nel quartiere attorno a largo Battista. «L'amministrazione sta investendo risorse e progettualità in sinergia con la Regione e gli enti competenti, per dare la giusta valorizzazione ad una delle porte di accesso della città e per rendere più moderno e funzionale uno snodo strategico della nostra mobilità». 

Un intervento urbano strategico e ambizioso -sottolinea il Comune - che potrà anche contribuire a eliminare alcune situazioni di degrado che «sono spesso oggetto di segnalazioni da parte dei residenti e sul quale come Amministrazione non siamo indifferenti. Il problema c’è e non si può nascondere: l’area della stazione, così come accade spesso in tutte le grandi città, è vulnerabile. La nostra realtà non fa eccezione, ma in particolare negli ultimi tempi abbiamo notato come le richieste e le segnalazioni al sindaco e alla polizia Locale rispetto al verificarsi di episodi di illegalità e di degrado, siano in crescita. Un contesto che contribuisce a creare un clima di insicurezza non solo tra i residenti, ma soprattutto dei tanti pendolari che si servono della stazione quotidianamente, soprattutto in orari serali». 

Come Amministrazione, aggiunge l'assessore «la nostra prima risposta è quella di proseguire con convinzione il percorso di riqualificazione urbana necessario per un nuovo sviluppo dell’intero quadrante di città: sono iniziati i lavori per la realizzazione della nuova piazza pubblica di accesso alla stazione ferroviaria, l’ex Terminator (ora “Artrov”) ha ricominciato a funzionare, servendo anche come importante presidio. L’impegno però ulteriore è quello di portare all’attenzione del prossimo Comitato Ordine pubblico e sicurezza le segnalazioni pervenute dai cittadini, in modo da poter condividere una strategia comune che possa integrare i periodici e importanti servizi di controllo condotti dalle forze dell’ordine e le attività specifiche che da tempo sono portate avanti dalla nostra Polizia Locale».