Maltempo

Vento e alta marea, difficoltà su tutta la costa romagnola

Ingressioni in provincia di Ravenna, Rimini e Cesena: il punto della situazione

Vento e alta marea, difficoltà su tutta la costa romagnola

Marina di Ravenna: ecco quanto lasciato dal mare nel parcheggio della diga

| Altro
N. Commenti 0

13/novembre/2019 - h. 13.13

Non certo come a Venezia dove l'acqua alta ha decretato un vero e proprio stato di emergenza, ma lo scirocco in concomitanza con l'alta marea ha portato ad ingressione marina in tutta la Romagna. Si segnalano stabilimenti sott'acqua a Rimini e Cesenatico, con ingressione marina nel Ravennate. Nel frattempo è stata emessa l’allerta meteo numero 101 per criticità costiera dall’Agenzia regionale di protezione civile e da Arpae Emilia-Romagna, valida dalle 12 di oggi, mercoledì 13 novembre, alla mezzanotte di domani, giovedì 14, attiva nel territorio del comune di Ravenna.  L’allerta è gialla. 

RAVENNA A causa di una eccezionale alta marea e della concomitanza di venti forti che hanno interessato l’alto Adriatico, anche se la situazione è già in fase di miglioramento, si sono verificate situazioni di ingressione marina a Lido Adriano, Marina di Ravenna, Porto Corsini, mentre a Ravenna, all’altezza del tiro a segno di via Trieste, c’è stato un allagamento causato dallo scolo Lama. Sono stati chiusi alcuni tratti di strade e sul posto ci sono le pattuglie della Polizia locale nei seguenti punti: a Lido Adriano in corrispondenza del bagno Sabbia d’oro tra viale Petrarca e viale Orazio; a Marina di Ravenna in via Molo Dalmazia all’altezza delle pescherie; a Porto Corsini in via Molo Safilippo; a Ravenna nel tratto della pista ciclabile in corrispondenza del tiro a segno. In questi punti sono stati posizionati anche sacchi di sabbia. A Marina di Ravenna è già in fase di ricostruzione parte della duna sulla spiaggia antistante i Marinai d’Italia che aveva ceduto. Non ci sono situazioni problematiche riguardanti i fiumi, mentre è costantemente monitorata dalla Protezione civile la rete scolante: fossi, canali e scoli.

CESENATICO  A fare il punto è il sindaco Matteo Gozzoli: «Nella giornata di ieri sono caduti oltre 30mm di pioggia sul nostro territorio comunale a cui si sono aggiunte le condizioni critiche del mare molto mosso e della marea alta. Nella notte tra martedì e mercoledì le onde hanno rotto le dune a Valverde senza aver prodotto particolari danni. Nelle prime ore del giorno la protezione civile e Cesenatico Servizi hanno subito ripristinato i varchi. Durante la notte è rimasto attivo un monitoraggio h24 delle porte vinciane in collaborazione con il Consorzio di Bonifica che ha monitorato lo stato dei canali interni. Grazie al miglioramento delle condizioni, i parametri sono tutti in miglioramento, in queste ore il picco di onda e marea non consente ancora la riapertura delle porte vinciane». Il sindaco sottolinea che «ancora una volta il nostro sistema di sicurezza idraulica ha permesso a diverse parti di Cesenatico di rimanere in salvaguardia. Gli investimenti partiti grazie alla Regione in parte in corso e in parte in partenza a breve, andranno a migliorare la capacità di molti impianti di sollevamento di mantenere bassi i livelli dei canali».

RIMINI L'acqua ha raggiunto alcune panchine nell'invaso del ponte di Tiberio, con il parco Marecchia lambito dall'acqua uscita dal canale. Difficoltà anche a Riccione, Bellara e Cattolica. In spiaggia alcni bagni sono stati sommersi dall'acqua, come dimostrano alcune foto pubblicate sulla pagina Facebook Emilia-Romagna Meteo.