Ravenna

Lego sbarca al Museo: la mostra al Mar con la riproduzione dei monumenti più importante, tra cui San Vitale

Dal 15 al 17 novembre Ravenna Brick Festival l'evento organizzato in collaborazione con RomagnaLug

Lego sbarca al Museo: la mostra al Mar con la riproduzione dei monumenti più importante, tra cui San Vitale
| Altro
N. Commenti 0

13/novembre/2019 - h. 13.31

RAVENNA - Mattoncini di tutte le forme e colori che, grazie all’abilità di persone appassionate, danno vita a riproduzioni di monumenti, personaggi cult per bambini e adulti come Peter Pan e Batman, plastici con ingranaggi che li movimentano, ricostruzioni di Star Wars, costruzioni che si animano grazie alla app di realtà aumentata: tutto questo si potrà ammirare nella nuova edizione di Ravenna Brick Festival, quest’anno inserita nella Biennale di Mosaico Contemporaneo RavennaMosaico 2019 e ospitata al Mar - Museo d’Arte della città di Ravenna, da venerdì 15 a domenica 17 novembre.

“Mattoncini al museo”, questo il nome dell’esposizione, ha tutte le caratteristiche per diventare un’edizione record, dopo il successo crescente dei precedenti appuntamenti (10.000 visitatori unici nel 2018), per le opere esposte e per la possibilità di coinvolgere il pubblico in giochi ed eventi.

La mostra di collezioni ed opere originali realizzate con i mattoncini Lego, curata da RomagnaLUG, in collaborazione con l’assessorato alla Cultura, sarà inaugurata venerdì 15 novembre alle 18 e rimarrà aperta fino alle 21, mentre sabato sarà visitabile dalle 10 alle 20 e domenica dalle 10 alle 19. Ingresso libero. “Questa nuova edizione – afferma l’assessora alla Cultura Elsa Signorino – trova collocazione al Mar nell’ambito della biennale del mosaico per la stretta relazione con la mostra di Zangelmi che utilizza i mattonici Lego per le sue creazioni artistiche. Non deve sembrare irriverente l’accostamento tra i mattoncini di plastica e le tessere vitree. Sono due strumenti diversi per realizzare opere originali, fantasiose, di impatto creativo che coinvolgono pubblici diversi. Proprio ciò che il nuovo corso del Mar intende esplorare e proporre, perché un museo deve aprire le porte a nuovi linguaggi e a nuovi pubblici”.

L’area espositiva si svilupperà al piano terra all’interno dell’antico chiostro e nell’elegante loggia a cinque archi. Qui i visitatori potranno ammirare le più svariate creazioni realizzate con migliaia di mattoncini, molte delle quali inedite ed appartenenti a differenti tematiche capaci di stupire ed incuriosire grandi e piccini. Troveranno spazio oltre al grande diorama City comunitario che si compone di edifici, giostre e treni in movimento, un diorama Space anni ‘80/’90, un’ambientazione in stile medievale, una collezione di scacchiere tutte differenti, Peter Pan, i Brickheadz, un meraviglioso Mondo a Colori, la storia di Batman con ambientazioni tratte dalle storie del famoso supereroe, gli Architecture con le riproduzioni in scala dei più importanti ed iconici monumenti/edifici esistenti al mondo, una vasta esposizione di veicoli Technic motorizzati, il GBC con centinaia di palline in movimento che sfidando le leggi della fisica cercano di raggiungere il traguardo finale, il mondo di Star Wars e molto altro ancora. 

Esporrà la sua Statua della Libertà Andrea Benazzi, che per quest’opera ha ricevuto il primo premio del concorso organizzato da Blaze Tv.I diorami, le MOC (creazioni personali) e le creazioni originali esposte sono tutte progettate e realizzate dai soci del gruppo RomagnaLUG. Oltre all’ esposizione di opere originali, nel corso di questa terza edizione di Ravenna Brick Festival grande risalto verrà dato alla città di Ravenna, con opere di grande impatto inerenti la sua storia e la sua cultura, appositamente realizzate in occasione di questa VI edizione della Biennale di Mosaico Contemporaneo per omaggiare gli antichi fasti della città bizantina. Infatti all’ interno del percorso della mostra è stato riservato uno spazio denominato “Galleria dei Mosaici” dove saranno collocati il mosaico “Le colombe abbeveranti”, riproduzione con oltre 26.000 mattoncini colorati del famoso mosaico bizantino inserito all’interno del Mausoleo di Galla Placidia e l’inedito mosaico bifronte di “Teodora e Giustiniano” che con i suoi oltre 41.000 mattoncini riproduce i mosaici raffiguranti i due imperatori bizantini, presenti all’interno della Basilica di San Vitale, la cui particolarità risiede nel fatto che l’immagine raffigurata cambia a seconda del lato da cui la si osserva. A completare questo percorso a ritroso nella storia ravennate, sottolineando ancora una volta l’importanza e la bellezza dei mosaici bizantini, sarà l’artista Luca Petraglia con un suo spazio personale dove saranno collocate alcune delle sue realizzazioni più famose (come il Campanile di Giotto e la Torre di Pisa) e altre inedite come la riproduzione in scala della Basilica di San Vitale, che si compone di oltre 130.000 pezzi toccando 1,3 metri di altezza, che verrà appunto esposta al pubblico per la prima volta.

Sempre all’ interno del MAR sarà possibile visitare gratuitamente, solo per la durata del Ravenna Brick Festival, la prima mostra personale di sculture in Lego dell’artista Riccardo Zangelmi dal titolo “Forever young”, unico artista italiano cLego Certified Professionals. Il percorso prevede la visione di più di 20 opere, con oltre 800mila mattoncini in 60 differenti colorazioni. Per omaggiare la città di Ravenna l’artista ha realizzato un’originale scultura raffigurante Dante Alighieri. Adiacente ai vari percorsi espostivi saranno presenti la grande area di gioco libero che oltre 200 kg di mattoncini.