Forlì

Piccioni in centro storico, il Comune di Forlì vuole contarli

Al via il piano di monitoraggio per stimare la popolazione dei colombi e prendere provvedimenti per contenerla

Piccioni in centro storico, il Comune di Forlì vuole contarli
| Altro
N. Commenti 0

15/novembre/2019 - h. 17.00

FORLì - Come allontanare i piccioni dal centro storico? Prima di muoversi in questo senso il Comune di Forlì si sta preparando ad un'impresa non delle più  semplici: contarli. Per farlo spenderà circa 2.500 euro. La contemporanea presenza di cibo, acqua e luoghi riparati per la nidificazione rende la città ambiente ideale per la riproduzione dei piccioni piccioni. Le operazioni di contenimento a cui si pensa vertono sulla riduzione di uno di questi tre fattori: l'idea più immediata è quella di ridurre, tramite dissuasori per i piccioni, l'abbondanza di luoghi di nidifcazione. Per realizzare questo intervento serve però una stima più precisa possibile del numero di colombi che abitano la città e la richiesta che sarà fatta alla ditta incaricata èdi dare un'idea della loro densità contestualizzandola ai prinicipali luoghi di nidificazione, stazionamento ed alimentazione. 

Nei mesi freddi - tra novembre e febbraio - saranno individuate le aree di stazionamento invernale mentre tra marzo e maggio si osserveranno le colonie in attività di riproduzione. Azioni che permetteranno di chiudere varchi di accesso ai sottotetti nelle zone in cui se ne contano un numero maggiore, individuando anche eventuali punti di alimentazione e abbevereggio. 

Ne uscirà una relazione tecnica ilcui intento è quello di fornire un'analisi con le priorità di azioni da seguire per un contenimento efficace della poplazione dei colombi. Quattro le azioni che potranno essere messe in atto: la bonifica dei siti di nidificazione con dissuasori meccanici, reti o filo elettrostatico; la cattura e la soppressione; la somministrazione di un farmaco antifecondativo e l'allontamento tramite falconeria, esperimento già in corso a Imola.