Elezioni regionali 2020

Elezioni in Emilia-Romagna, Bonaccini non chiude ai 5 Stelle: «Si assumano la responsabilità di governo»

L'invito del presidente uscente sulle colonne del Corriere della Sera è quello di ripensare alla decisione di correre da soli: «Così si regala un vantaggio ad una destra che sta dimostrando di non tenere molto alla nostra Regione»

Elezioni in Emilia-Romagna, Bonaccini non chiude ai 5 Stelle: «Si assumano la responsabilità di governo»
| Altro
N. Commenti 0

22/novembre/2019 - h. 11.23

Stefano Bonaccini chiede ai Cinque Stelle di «assumersi responsabilità». Tradotto, significa questo: costruire un’alleanza con il Pd in Emilia-Romagna per andare per la prima volta a governare una Regione, seppur in coabitazione con l’attuale alleato di governo. Parla al Corriere della Sera il presidente uscente, il giorno dopo la decisione degli iscritti a Rousseau: presentare il proprio simbolo alle prossime elezioni. Questo era il quesito, per quanto riguarda la decisione di correre da soli al momento è ascrivibile a Luigi Di Maio (che afferma che la cosa gli è stata chiesta dagli eletti del territorio). Bonaccini insomma ha ancora speranza che le cose cambino e non nasconde che questa scelta sia un regalo ad «una destra che non sta mostrando particolare interesse per questa regione, ma solo l’intenzione di mandare a casa il governo Conte».

Bonaccini parla delle cose fatte insieme in Emilia-Romagna: «Oggettivamente - spiega al Corsera - sono più le cose che ci hanno visti uniti rispetto a quelle che ci hanno diviso». Ad esempio, dice, il lavoro fatto sui diritti civili e sociali e il provvedimento sul plastic free. C’è poi un richiamo indiretto al voto utile («i cittadini dovranno scegliere tra me e Lucia Borgonzoni. L’alternativa è tra noi, come sanno tutti»)