Rimini

Nel garage l'industria della droga: tre chili di eroina e una pressa per confezionare i panetti

L'indagine a carico della 55enne arrestata per il possesso di due armi, tra cui una artigianale, è proseguita e ha portato alla luce un business illegale da 200mila euro

Nel garage l'industria della droga: tre chili di eroina e una pressa per confezionare i panetti
| Altro
N. Commenti 0

28/novembre/2019 - h. 10.29

Un secchio di eroina. Nel vero senso della parola: i carabinieri hanno trovato la droga in possesso della donna arrestata il 25 novembre, sospettata di essere una delle rifornitrici dello spaccio di stupefacenti a Cattolica. La perquisizione a casa, e in un garage a Pesaro che era nella sua disponibilità, aveva portato alla scoperta di due armi: una pistola vera e propria e una penna modificata come tale. Nessuna traccia dell'eroina, escluse le dosi che la signora aveva addosso al momento del fermo. La donna, 55enne, era stata arrestata ma l'indagine è continuata. 

I carabinieri di Riccione hanno scoperto così che a poca distanza dal garage utilizzato a Pesaro ce n'era un'altro e questa volta, sollevato la saracinesca, è uscita una vera e propria "industria dello sballo". I militari hanno trovato una pressa, bilancini di precisione, materiale vario per confezionare i panetti di eroina. Sostanza che era in una cassaforte: tre chili, oltre a tre etti di eroina e sei flaconi di metadone. Il giro d'affari stimato è stimato in 200mila euro.