Imola

Bando piscina, il Csi: «Delusi dal Comune, speriamo in una modifica»

Perplessità in merito alla scelta dell'ex sindaca Sangiorgi: «Demandare al futuro gestore l'assegnazione delle corsie è sbagliato e rischia di minare l'imparzialità»

Bando piscina, il Csi: «Delusi dal Comune, speriamo in una modifica»
| Altro
N. Commenti 0

29/novembre/2019 - h. 16.56

Imola Nuoto è rimasta delusa dall'amministrazione comunale che non ha modificato il bando, nemmeno dopo il passaggio in consiglio comunale prima delle dimissioni della sindaca, per la gestione della piscina nel complesso sportivo Ruggi.  Il presidente del Csi di Imola Paolo Busato rincara la dose, solidarizzando con la realtà sportiva: «Sembra delinearsi una situazione incerta  el futuro del Nuoto agonistico e non, per la citta di Imola.  Come membro del Tavolo della Consulta Sportiva del Comune di Imola, ritengo grave che questo organo istituzionale non sia stato minimamente coinvolto o interpellato in merito a una decisione così importante per lo sport di Imola.   Il ruolo del Tavolo è di condividere con rappresentanti del Coni, degli enti di promozione e delle società, le politiche sportive della città, in un’ottica di trasparenza e collaborazione, cercando di porre al servizio dei cittadini gli spazi negli impianti tutelando ogni realtà, agonistica e amatoriale».

Per Busato, «demandare al gestore dell’impianto l’assegnazione degli spazi corsie risulta essere un atto che non tiene  conto del bene comune. Tanto più quando tutti gli altri spazi negli impianti sportivi comunali, dai campi all’aperto alle palestre, sono stabiliti dal Comune, nell’ottica di una logica di imparzialità e tutela per le società.  E’ difficile trovare nel nostro territorio realtà come l’Imola Nuoto sia per i numeri di partecipanti che per i risultati sportivi.  Solitamente si interviene per tamponare o modificare realtà che non funzionano, non dove si hanno, come in questo caso, numeri e risultati che sembrano parlare da soli, un esempio, anche a livello nazionale, vista tra l’altro la recente assegnazione di Imola a Centro Tecnico Federale nella disciplina della rana. Il CSI di Imola auspica si possa giungere ad una rettifica di tale decisione per il bene della città di Imola e degli imolesi che, a quanto sembra dalle numerose testimonianze, condividono questo nostro disappunto».