Imola

I cent'anni in gran forma di Vittorio Ferri: prof di ginnastica ed ex guardalinee in serie A

E' stato arbitro e per generazioni di imolesi insegnante. I colleghi "fischietti" lo festegeggiaranno con una grande festa

I cent'anni in gran forma di Vittorio Ferri: prof di ginnastica ed ex guardalinee in serie A
| Altro
N. Commenti 0

16/dicembre/2019 - h. 18.23

IMOLA - Compiere 100 anni davvero in gran forma. E’ quello che ha fatto oggi il professor Vittorio Ferri, che per generazioni di imolesi è stato il mitico “professore di ginnastica”. Nato a Imola il 16 dicembre 1919, dopo avere frequentato a Roma l’Accademia di Educazione Fisica ha cominciato subito a svolgere l’attività di insegnante di ginnastica, come si diceva un tempo, praticamente in tutte le scuole imolesi, dalle medie fino agli istituti superiori, concentrando la propria attività in particolare all’Itis ‘Alberghetti’ ed all’istituto tecnico commerciale – ragioneria “Paolini”.  E per 26 anni è stato anche docente all’Isef a Bologna.

Lo racconta lui con voce ferma, dall’altro capo del telefono, prima della festa in famiglia, con i parenti arrivati anche da Perugia e tanti amici, fra cui molti ex studenti ed il parroco di Santo Spirito, don Marco Renzi, mentre a formulargli gli auguri a nome della Città di Imola e consegnargli la medaglia dei centenari è stato il Sub Commissario al Comune di Imola, dotoressa Sandra Pellegrino.

Sposatosi nel 1947 con Imelda Vendemia, ha dedicato praticamente tutta la vita ad insegnare e praticare sport, fra palestre e campi di gioco. E’ stato arbitro di calcio, in tutte le serie fino alla B, mentre in serie A c’è arrivato come guardalinee (figura che da qualche anno è definito ‘assistente arbitrale’). E’ stato fra i fondatori e primo presidente della sezione di Imola dell’Associazione Italiana Arbitri F.I.G.C., di cui oggi fa parte come arbitro ad honorem. E proprio la sezione di Imola dell’Associazione Italiana Arbitri ha preparato una grande festa,  nella propria sede, con la presenza di tutti gli associati.

Dalle palestre delle scuole e dai campi di calcio al ciclismo il passo è stato breve, per un professore di eduzione fisica con la preparazione e la passione di Vittorio Ferri. Così, dalla metà degli anni Sessanta agli inizi degli anni Settanta, fu chiamato alla ‘Salvarani’ a fare il preparatore atletico dall’amico Luciano Pezzi, allora direttore sportivo della grande squadra di ciclismo, che annoverava campioni quali Felice Gimondi, tanto per citare.

Proprio per avere dedicato una vita allo sport, sia come insegnamento sia come pratica, contribuendo in modo determinante per intere generazioni di imolesi alla diffusione dell’attività sportiva e dei valori alla sua base, il 30 novembre scorso, in vista dei suoi 100 anni, il prof. Vittorio Ferri è stato premiato dall’Unione Nazionale Veterani dello Sport sezione di Imola, nel corso della cerimonia “Cultura e Sport Imolese”.

“Il segreto per arrivare così a 100 anni? Semplice: vivere in mezzo ai giovani, sono loro che ti danno l’energia” racconta al telefono, in attesa che arrivino i parenti per la festa.