Forlì-Cesena

Dati polizia stradale, calano gli incidenti ma triplicano le vittime

I morti sono passati dai 4 del 2018 agli 11 del 2019. Gli agenti hanno decurtato 23.151 i punti complessivamente decurtati

Dati polizia stradale, calano gli incidenti ma triplicano le vittime
| Altro
N. Commenti 0

17/gennaio/2020 - h. 11.16

Con 6.371 pattuglie di vigilanza stradale, la Polstrada ha accertato 14.686 infrazioni al Codice della Strada. Ritirate 256 patenti di guida e 189 carte di circolazione; 23.151 i punti complessivamente decurtati.

Fenomeno infortunistico

L’andamento del fenomeno infortunistico, rilevato al 31 dicembre 2019 ha fatto registrare rispetto al 2018 (892 incidenti), una diminuzione nel numero complessivo degli incidenti (838, -6% rispetto al dato del 2018) e una diminuzione in quello delle persone ferite (368, -3,3% rispetto a nr. 380 del  2018); relativamente all’incidentalità con conseguenze mortali si assiste, rispetto al 2018, ad un incremento degli stessi (11, rispetto a 4 del 2018), con il numero delle vittime da 4 del 2018 a 17 del 2019. La sicurezza della mobilità rappresenta una priorità per la Polizia di Stato che, con la Specialità Polizia Stradale, è da sempre alla ricerca di soluzioni avanzate in termini di tecnologia, procedure e modelli operativi, per garantire servizi più efficaci di prevenzione e di controllo.

Contrasto della guida sotto l’effetto di alcool e di sostanze stupefacenti

Nel 2019 è proseguita nel territorio provinciale la campagna straordinaria di controllo sulle condizioni psicofisiche dei conducenti dei veicoli, – con impiego congiunto di personale della Specialità Polizia Stradale e dei medici e personale sanitario della Polizia di Stato – per l’accertamento sui conducenti dei veicoli dell’eventuale assunzione di alcool e di sostanze stupefacenti o psicotrope. Complessivamente sono stati attivati 8 posti di controllo, con l’impiego di 64 operatori e 16 tra medici e personale sanitario della Polizia di Stato.

Dei 351 conducenti controllati, sono risultati positivi all’alcol, con un tasso alcolemico superiore a 0,5 g/l, 9 conducenti, pari al 2,5%, mentre dei 25 conducenti controllati, 5, pari al 20% sono risultati positivi ad una o più sostanze stupefacenti nel corso dei test su strada. Per tali soggetti (oltre al ritiro cautelativo della patente, come previsto dal C.d.S.) si è pertanto proceduto al prelievo su strada di campioni salivari, inviati a Roma presso il Centro di Tossicologia Forense della Polizia di Stato per le analisi di laboratorio. 

Inoltre, dallo scorso mese di ottobre, il Servizio Polizia Stradale ha dato l’avvio ad una campagna straordinaria di controlli per il contrasto dell’uso di stupefacenti alla guida di veicoli, da attuarsi nelle notti dei fine settimana lungo la viabilità autostradale, con l’utilizzo di unlaboratorio mobile per l’esecuzione, direttamente su strada, delle analisi di secondo livello della saliva, a mezzo di cromatografia liquida.