Imola

Fabio Bacchilega nuovo presidente Con.Ami

Accordo dei sindaci, archiviati anche i ricorsi al Tar che erano iniziati durante il periodo di tensione con la guida a Cinque Stelle del Comune di Imola

Fabio Bacchilega nuovo presidente Con.Ami
| Altro
N. Commenti 0

06/febbraio/2020 - h. 17.19

IMOLA - Il Con.Ami archivia le tensioni dell'ultimo anno e mezzo e nomina Fabio Bacchilega presidente del consorzio. Bacchileta è l'attuale presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, ma il suo mandato scadrà tra pochi mesi e non è rieleggibile, a norma di statuto.  Si è svolta questa mattina l’Assemblea del Con.Ami, in sessione ordinaria. Erano presenti ventuno dei ventitre sindaci componenti l’assemblea, presieduta dal Commissario straordinario al Comune di Imola, dott. Nicola Izzo. Si tratta, in specifico, dei Comuni Bagnara di Romagna, Borgo Tossignano, Casalfiumanese, Casola Valsenio, Castel Bolognese, Castel del Rio, Castel Guelfo, Castel San Pietro Terme, Conselice, Dozza, Faenza, Firenzuola, Fontanelice, Imola, Marradi, Massa Lombarda, Medicina, Palazzuolo sul Senio, Riolo Terme, Sant’Agata sul Santerno, Solarolo. Nel corso dell’Assemblea, fra gli altri punti all’ordine del giorno, sono state presentate e sottoscritte le candidature per il nuovo Consiglio di Amministrazione del Consorzio di via Mentana.

All’unanimità l’Assemblea ha indicato i nomi di Leonardo Zanetti, Chiara Berti, Carlo Baseggio e Mirko Minghini come consiglieri di amministrazione e di Fabio Bacchilega come presidente del Cda. A proporre la nomina di Fabio Bacchilega quale presidente del Cda di Con.Ami si è fatto portavoce dell’Assemblea il Commissario al Comune di Imola. Ora, dopo che la proposta è stata accolta e formalizzata all’unanimità, verrà comunicata al diretto interessato, attuale presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Imola, chiedendogli la disponibilità ad accettare tale nomina.

Dal punto di vista formale, la nomina del nuovo Consiglio di Amministrazione e del presidente avverrà ufficialmente nel corso della seduta dell’Assemblea dei sindaci convocata per venerdì 21 febbraio prossimo. In questo modo, in un clima unanime di piena coesione e collaborazione, è stato definito un Cda che consente di mettere in piena funzionalità il Consorzio e di conseguenza di dare quella resa di gestione, anche in termini economici, che l’ente merita, finalizzata al sostegno ed allo sviluppo dei territori rappresentati dai 23 Comuni soci.

In precedenza, sempre all’unanimità, l’Assemblea ha approvato di recedere dai contenziosi giudiziari in essere, presentati al Tar, e i sindaci si sono impegnati a procedere nella ratifica nei singoli Comuni. Inoltre, prima della presentazione e sottoscrizione delle candidature per il nuovo consiglio di amministrazione, c’è stata la presa d’atto, da parte dell’Assemblea dei sindaci, delle dimissioni del presidente in carica e degli altri componenti del cda, con il ringraziamento per il lavoro svolto e l’augurio per i loro impegni futuri. Fra gli altri adempimenti, va infine segnalato che l’Assemblea dei sindaci ha approvato all’unanimità la definizione degli obiettivi strategici in materia di prevenzione della corruzione e della trasparenza ed il piano triennale della prevenzione della corruzione e della trasparenza 2020-2022.