Sanità

Coronavirus, il paziente di Lodi ha partecipato a tre cene

L'uomo lavora in un'azienda del Piacentino, dove sono in corso accertamenti sanitari

Coronavirus, il paziente di Lodi ha partecipato a tre cene
| Altro
N. Commenti 0

21/febbraio/2020 - h. 12.50

MILANO - E' in prognosi riservata, con insufficienza respiratoria, il trentottenne ricoverato all'ospedale di Codogno (Lodi), che è risultato positivo al coronavirus. Le sue condizioni sono ritenute molto gravi. L'uomo - che nelle settimane scorse sarebbe andato a cena con un collega tornato dalla Cina - si è presentato ieri al Pronto soccorso. E ci sarebbero altri due contagiati: la moglie ed una terza persona che si è presentata spontaneamente in un ospedale con sintomi di polmonite e che avrebbe avuto dei contatti con il 38enne. 

Secondo quanto ricostruito dai medici che da giovedì lo hanno in cura, è andato a correre e poi al lavoro, ha giocato a pallone e ha preso parte a tre cene negli ultimi 4 giorni il 38enne lodigiano. L'uomo lavora per una multinazionale che ha una sede a Casalpusterlengo. I sanitari stanno inoltre cercando di ricostruire cosa abbia fatto e chi abbia incontrato in questi ultimi giorni la moglie, che da quanto accertato al momento sembrerebbe però aver avuto meno contatti del marito.

Il collega rientrato dal Cina - il possibile 'paziente zero' - è stato accompagnato al Sacco di Milano dove si trova in isolamento. Sono in corso accertamenti anche nel Piacentino: è uscito infatti a cena con persone che si trovano a Fiorenzuola d'Arda, in provincia di Piacenza.

Il ministro della Salute Roberto Speranza, secondo quanto scrive l'Ansa, è in partenza per la Lombardia dopo i tre casi di positività al coronavirus verificatisi nella regione, con un uomo ricoverato all'ospedale di Codogno (Lodi) ed un altro in isolamento al Sacco di Milano. Con lui è in partenza anche il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri.