Ravenna

Rapina la madre durante il periodo di messa alla prova. Torna in carcere

Nei guai un uomo di 36 anni. Stava scontando una pena per i reati di favoreggiamento della prostituzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Il cortine della prestigiosa scuola cesenate
| Altro
N. Commenti 0

27/febbraio/2020 - h. 16.00

RAVENNA - La Polizia di Stato ha arrestato un 36enne, residente nel ravennate, per i reati di favoreggiamento della prostituzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Dal 5 maggio 2019 beneficiava della misura dell’affidamento in prova al servizio sociale sino al maggio del 2023 concessagli dal Tribunale di Sorveglianza di Ancona dovendo scontare una condanna, passata in giudicato, per i reati di favoreggiamento della prostituzione e spaccio di sostanze stupefacenti

Nonostante il beneficio concessogli, il 36enne  alcuni giorni orsono si è reso responsabile di una rapina aggravata ai danni della madre che ha formalizzato regolare denuncia. In ragione di ciò, venuti meno i requisiti per la prosecuzione dell’affidamento in prova, l’Ufficio di Sorveglianza di Bologna ne ha revocato il beneficio e disposto la carcerazione dell'uomo.

Ieri mattina gli investigatori della Squadra Mobile della Questura hanno dato esecuzione al provvedimento restrittivo nei confronti del 36enne che, dopo le formalità di legge, è stato ristretto alla Casa Circondariale di Ravenna.