Forlì

Forlimpopoli guarda oltre e lancia il programma della Festa Artusiana

Il filo conduttore della Festa è la cucina domestica, con le ricette de “La Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” che vengono proposte nei tanti ristoranti e stand allestiti lungo le strade, piazze e vicoli

Forlimpopoli guarda oltre e lancia il programma della Festa Artusiana
| Altro
N. Commenti 0

13/marzo/2020 - h. 15.04

Forlimpopoli guarda oltre e lancia il programma della Festa Artusiana, evento unico a livello nazionale che richiama ogni sera migliaia di persone da tutte le regioni della Penisola, trasformando Forlimpopoli nella capitale della scienza in cucina e dell’arte di mangiar bene per rendere omaggio al suo concittadino più illustre, Pellegrino Artusi, padre universalmente riconosciuto della cucina italiana. 

Per nove serate, da sabato 20 a domenica 28 giugno, un intreccio unico di suoni, profumi e sapori invaderà il centro storico della cittadina artusiana, teatro di un inedito dialogo tra gastronomia, cultura e intrattenimento, richiamando nelle sue vie oltre 5.000 persone ogni sera. Pellegrino Artusi, nato a Forlimpopoli il 4 agosto 1820 è stato uno scrittore, gastronomo e tra i primi studiosi, oltre che di lingua e letteratura italiana, della cosiddetta cultura materiale, autore del notissimo saggio gastronomico “La scienza in cucina e l'arte di mangiar bene”, che oltre ad essere una delle opere italiane più tradotte e diffuse al mondo, ha rappresentato anche uno strumento di primaria importanza nella costruzione dell’identità nazionale. 

Il filo conduttore della Festa è la cucina domestica, con le ricette de “La Scienza in cucina e l’arte di mangiar bene” che vengono proposte nei tanti ristoranti e stand allestiti lungo le strade, piazze e vicoli rinominati per l’occasione come i capitoli del celebre libro. L’Artusiana fa così proprie le parole, i racconti e lo spirito conviviale di quell’Italia che proprio il manuale ha contribuito a unificare, non solo dal punto di vista gastronomico ma anche socio-culturale. Giunta alla sua XXIV edizione, la Festa Artusiana rinnova la stuzzicante combinazione tra offerta gastronomica ed eventi culturali, con concerti, spettacoli teatrali, animazioni di strada, mostre e conversazioni letterarie. La Festa Artusiana è una manifestazione unica, in cui ciascun ospite trova risposta alle sue curiosità gastronomiche e culturali in un clima caloroso, all’insegna di quella convivialità che affonda le sue radici nella cultura classica della sacralità dell’ospite.

In attesa di poter comunicare il programma completo della Festa si ricordano le prime scadenze a breve: 

PIANO SPONSORIZZAZIONI

Anche in occasione dell’edizione del bicentenario della Festa Artusiana, il Comune di Forlimpopoli ha attivato un piano di sponsorizzazioni ampio e composito, sia a livello di budget che di visibilità tramite una vasta gamma di strumenti che vanno dai manifesti ai folder, dai banner ai socials. Tutti i dettagli sono consultabili su festartusiana.it, sito che diventerà anch’esso strumento promozionale.

A tal scopo il Comune di Forlimpopoli ha anche approntato un “Avviso pubblico per la ricerca di sponsor finalizzato alla attività di promozione e organizzazione convegni e mostre nell'ambito della XXIV edizione della Festa Artusiana”, anch’esso interamente consultabile sul sito (oppure richiedendo informazioni a quartosettore@comune.forlimpopoli.fc.it o allo 0543.749236).

PARTECIPAZIONE

Nell'ambito della ristorazione allestita durante la Festa nelle vie, nelle piazze e negli angoli nascosti della città, tutti i soggetti interessati a partecipare dovranno (oltre ad attenersi alle Norme Obbligatorie e alle Linee Guida redatte dall’Amministrazione Comunale) presentare domanda (compilando l'apposito modulo) entro e non oltre il giorno venerdì 10 aprile 2020, alle ore 12.00.
Per coloro che intendono candidarsi per "l'area mercato" la scadenza per le domande è venerdì 22 maggio.
Tutta la procedura e i moduli si trovano anche in questo caso su festartusiana.it

PREMIO MARIETTA

“La fedele Marietta” – la sua storica collaboratrice – è una figura centrale nell’opera dell’Artusi. In ombra, certo, se l’angolo visuale è quello della ribalta letteraria, ma in primo piano se si bada alla sostanza gastronomica e alla solidità del successo della “Scienza in cucina”. Forlimpopoli e la Festa Artusiana vogliono rendere omaggio a tutte le Mariette di oggi, naturalmente senza distinzioni di sesso, cioè a tutti quei personaggi che, nella cerchia privatissima della loro vita e dei loro affetti, esercitano con amore e abilità “la scienza in cucina e l’arte di mangiar bene”. Il Premio “Marietta” è dunque un riconoscimento attribuito alla realizzazione di una ricetta originale di un primo piatto (pasta fresca o secca o riso) che contenga riferimenti alla cucina domestica regionale, alla filosofia e all’opera di Pellegrino Artusi, tanto negli ingredienti quanto nella tecnica di preparazione e di presentazione. La partecipazione al Premio è riservata esclusivamente a “dilettanti”, ovvero a tutti gli appassionati di cucina e di enogastronomia che non svolgano attività professionale nel settore. L’iscrizione – tramite l’invio di due ricette al Comune di Forlimpopoli – deve avvenire entro e non oltre il 29 maggio 2020. Tutti i dettagli si trovano su festartusiana.it.

CORTILI APERTI

In occasione della XXIV edizione della Festa Artusiana, per riscoprirne e valorizzare l’originario spirito popolare e di comunità, l’Amministrazione Comunale di Forlimpopoli propone anche a tutti i cittadini residenti nel centro storico di aprire i cancelli dei propri cortili per trasformarli in angoli di ristoro. Ogni cortile potrà così essere trasformato in uno scorcio accogliente e suggestivo per ospitare un ristorante (soggetto autorizzato e in regola per somministrazione di bevande e alimenti). Le candidature vanno inoltrate a promozione@comune.forlimpopoli.fc.it, mentre dettagli e scadenze sono consultabili sul sito internet della Festa.