Ravenna

Coronavirus, i primi due morti di Ravenna sono due anziani di 85 e 89 anni

Tra i 14 nuovi contagiati ci sono anche numerosi giovani: in tre hanno meno di trent'anni. Il sindaco: "Situazione da non sottovalutare"

Coronavirus, i primi due morti di Ravenna sono due anziani di 85 e 89 anni
| Altro
N. Commenti 0

13/marzo/2020 - h. 19.13

RAVENNA - Rispetto ai 14 nuovi casi di pazienti risultati positivi a Coronavirus, 7 sono uomini (di 23, 24, 41, 50, 60, 65 e 82 anni) e 7 sono donne di 28, 31, 41, 45, 54, 58 e 85 anni. Otto di essi sono al proprio domicilio poiché presentano sintomi lievi o sono privi di sintomi, mentre sei sono ricoverati all’Ospedale di Ravenna. Per dodici di essi sono stati accertati contatti con altre realtà extra provinciali già colpite dal virus o con persone positive già note, mentre per gli altri due si stanno ancora vagliando i contatti.

“Con grande dolore e preoccupazione – dichiara il presidente della Provincia di Ravenna Michele de Pascale – siamo venuti a conoscenza oggi dei i primi due decessi nella nostra provincia. Si tratta di due uomini di 85 e 89 anni entrambi con pluripatologie, dunque con un quadro clinico purtroppo già fortemente compromesso". 
Naturalmente - aggiunge de Pascale - "questa condizione non rende meno grave la perdita di due vite, ma deve fare riflettere ancora più responsabilmente su quanto, in questo momento, i nostri comportamenti possono incidere sulla salute e sulla vita di soggetti anziani o con patologie croniche che in questo frangente sono pericolosamente esposti e fragili.  La situazione dunque non va sottovalutata, rispetto alla quale è bene osservare tutte le misure di prevenzione e contrasto alla diffusione del COVID19 e mettere in atto tutte le prescrizioni, in particolare rispetto della quarantena e alla limitazione dei contatti, per tutelare se stessi, gli altri e soprattutto le persone più deboli”.