Cesena

Il Coronavirus si porta via l'architetto Vittorio Gregotti: suo il progetto del nuovo campus universitario di Cesena

Il ricordo del sindaco Enzo Lattuca: "Doveroso intitolargli un luogo in quell'edificio"

Il Coronavirus si porta via l'architetto Vittorio Gregotti: suo il progetto del nuovo campus universitario di Cesena

Vittorio Gregotti

| Altro
N. Commenti 0

15/marzo/2020 - h. 17.11

Il Coronavirus si è portato via l'architetto e urbanista Vittorio Gregotti. Il professionista, 92enne si è spento a Milano questa mattina, 15 marzo, per complicazioni legate al Covid-19 Laureato in architettura nel 1952 al Politecnico di Milano, è stato uno dei padri dell'architettura italiana e urbanista di fama mondiale. Tantissimi sono i progetti firmati da Gregotti, che ha realizzato opere in tutto il mondo: tra le più famose spiccano il teatro degli Arcimboldi di Milano, gli stadi Barcellona e di Genova, il centro culturale Belém di Lisbona (biblioteca e area espositiva). Tra le sue opere anche il nuovo campus Universitario di Cesena.

Lo ricorda il primo cittadino Enzo Lattuca: "La morte di Vittorio Gregotti, urbanista di fama internazionale, per Cesena ha un significato particolare. Nei tanti progetti architettonici e urbanistici con cui ha lasciato il suo segno in tutto il mondo, rientrano infatti anche il progetto di recupero dell’ex Zuccherificio, con il nuovo ponte Europa Unita, un nuovo quartiere residenziale e il Campus universitario che stiamo completando. Penso dunque sia doveroso, come Amministrazione, intitolargli un luogo in quell’area di città che ha contribuito a ridisegnare".