Rimini

Dalla biciclettata alle sigarette a San Marino: 13 persone denunciate

La Compagnia Carabinieri di Novafeltria rammenta che le disposizioni “anti-contagio al covid -19” hanno principalmente lo scopo di limitare la circolazione

Dalla biciclettata alle sigarette a San Marino: 13 persone denunciate
| Altro
N. Commenti 0

23/marzo/2020 - h. 16.41

RIMINI  - Sono stati intensificati i controlli del territorio da parte dei Carabinieri della Compagnia di Novafeltria anche in funzione del rispetto delle disposizioni preventive “anti covid-19”, con posti di controllo in tutto il territorio. Vengono sottoposti a controllo tutti gli automobilisti e chiunque viene trovato per strada per la verifica delle condizioni per lo spostamento, ossia comprovate esigenze lavorative; situazioni di necessità e motivi di salute. Nel pomeriggio di ieri sono state controllate 75 persone e questa mattina 21 esercizi, 13 sono state le persone denunciate per “inosservanza delle disposizioni dell’autorità”.

VOGLIA DI UNA BOCCATA D'ARIA Tra questi una 57enne di San Marino controlata alla dogana di Verucchio alla guida della propria auto, dichiarava di essersi recata dal compagno residente in un comune dell’alta vallata. Altri due sammarinesi (entrambi 52enni)  controllati, ieri pomeriggio, in località Torello a bordo della loro auto, hanno dichiarato che avevano voglia di trascorrere una settimana nella loro casa di campagna tra le colline di San Leo. Simile la scusa di due giovani (24 anni lui, 23 anni lei) di Novafeltria che controllati a Torello hanno detto di essere partiti da casa per fare compere a Rimini e trascorrere un pomeriggio in riviera. Un 41enne di Verucchio beccato in mountain bike era uscito a prendere un po' d'aria. Un suo concittadino, sessantenne, allo stesso scopo si era allontanto di cinque chilometri, stessa distanza che aveva percorso un giovane di 18 anni. Era in auto invece un 61enne di Novafeltria, a zonzo per un giretto. 

TRA BARBIERI E TABACCAI Un 74enne alla dogana ha detto che stava andando a San Marino per comprare le sigarette, un 49enne allo stesso scopo si era portato fino a Pietracuta partendo da Rimini. "Avevo voglia di fare un giro", ha detto ai carabinieri. A Verucchio un 48enne era a spasso con i suoi cani a tre chilometri dalla sua abitazione. Un 44enne tunisino ma residente a Poggio Torriana, controllato a Villa Verucchio, dichiarava di essere uscito di casa per recarsi dal barbiere, non sapendo che invece fosse chiuso

La Compagnia Carabinieri di Novafeltria rammenta che le disposizioni “anti-contagio al covid -19” hanno principalmente lo scopo di limitare la circolazione delle persone al fine di tutelare il diritto alla salute di tutta la comunità e in secondo luogo quello di evitare che il nostro sistema sanitario vada al collasso. Quindi si ricorda nuovamente che le motivazioni per potersi spostare sono soltanto le seguenti: comprovate esigenze lavorative; situazioni di necessità e motivi di salutePer qualsiasi dubbio prima di muoversi può essere contattato il numero di emergenza “112”.