Meldola

Le aziende del tessile completano le prime 500 mascherine riutilizzabile

Il sindaco ringrazia John Ashfield, Pellicceria Cristina e Marilena Scampoli: "Un legame di solidarietà che deve animare la comunità"

Le aziende del tessile completano le prime 500 mascherine riutilizzabile
| Altro
N. Commenti 0

25/marzo/2020 - h. 16.34

Sono quasi 500 le mascherine lavabili realizzate a Meldola per aiutare nel frangente dell'emergenza Coronavirus. Il sindaco Roberto Cavallucci ringrazia le realtà che si stanno impegnando in qesto senso: "Da parte dell'amministrazione un enorme ringraziamento alle aziende del settore tessile che hanno dimostrato sensibilità e si sono rese disponibili in una azione a favore di tutta la nostra comunità. Ad oggi John Ashfield, Pellicceria Cristina e Marilena Scampoli hanno quasi terminato la produzione di 500 mascherine realizzate con cotone lavabile fornito dall’amministrazione e quindi riutilizzabili. Una parte di queste mascherine serviranno come scorta per gli operatori dell'Istituzione ai Servizi Sociali Davide Drudi, per proseguire poi con la distribuzione ai dipendenti e ai volontari impegnati in servizi a favore della popolazione qualora non fossero più disponibili mascherine certificate". 

Sottolinea il sindaco he "come Amministrazione Comunale di concerto con le aziende del nostro territorio abbiamo promosso questa azione per garantire una scorta di mascherine necessarie per i servizi essenziali. Alle aziende va il mio più sincero ringraziamento per la generosità dimostrata. Ancora una volta questa è la dimostrazione del legame di solidarietà che deve animare una comunità, che unisce e lega i suoi cittadini e imprese. Tutti insieme riusciremo a superare questo difficile momento.”