Ravenna

Il Comune scrive alla realtà culturali: "Resistete, ripartirete col nostro approccio"

Il sindaco e l'assessore: "Un’emergenza sanitaria alla fine della quale il nostro sistema culturale, tutto insieme, dovrà essere pronto a ripartire; come uno dei motori principali della ripresa economica ma soprattutto morale"

Ravenna Festival

Il teatro Alighieri di Ravenna

| Altro
N. Commenti 0

03/aprile/2020 - h. 18.07

Il sindaco Michele de Pascale e Elsa Signorino, assessore alla Cultura, scrive alle realtà  culturali del territorio: "In queste settimane - dicono - stiamo conducendo un dialogo serrato con l’Amministrazione regionale e col Governo nazionale sulle tante criticità che l’emergenza ci mette davanti. Certamente non ultima tra queste la necessità di salvaguardare il nostro sistema culturale. Un sistema composito, fatto di grandi istituzioni e fondazioni, ma anche di tante piccole e medie realtà che hanno contribuito a collocare la nostra Regione (e Ravenna in particolare) ai vertici del sistema culturale italiano e internazionale". 

In questi ultimi anni "abbiamo introdotto importanti innovazioni organizzative, sempre finalizzate a dare solidità e continuità ai nostri partner, e a favorirne la coesione.  Questo sistema è oggi minacciato da un nemico potente e imprevedibile. Un’emergenza sanitaria alla fine della quale il nostro sistema culturale, tutto insieme, dovrà essere pronto a ripartire; come uno dei motori principali della ripresa economica ma soprattutto morale.  Stiamo lavorando, con i nostri uffici, in continua comunicazione con l’Assessorato regionale alla cultura e col MIBACT, per introdurre, in modo coordinato, misure straordinarie volte a sostenere tutte le realtà culturali: monitorando, caso per caso, le diverse criticità; rendendo più flessibili le programmazioni e gli adempimenti; individuando insieme a voi le soluzioni più adeguate.  Vi chiediamo di resistere in questo momento così difficile. Siamo chiamati tutti ad assumerci nuove responsabilità. Noi faremo la nostra parte convinti che anche voi, come sempre, saprete svolgere nel migliore dei modi il vostro prezioso lavoro".