Carabinieri

Sequestrate ottantamila mascherine non sicure destinate a Bologna e a Rimini

Carico intercettato all'aeroporto "Marconi". Erano prive della documentazione attestante le prove tecniche effettuate e la relativa idoneità all’impiego.

Sequestrate ottantamila mascherine non sicure destinate a Bologna e a Rimini
| Altro
N. Commenti 0

07/maggio/2020 - h. 18.53

BOLOGNA - Sono ottantamila le mascherine protettive sequestrata all'aeroporto di Bologna dai carabinieri del Nas e dal personale dell'Ufficio di Sanità marittima aerea e di frontiera (Usmaf). I controlli hanno consentitodi individuare, indue depositi logistici dediti alla distribuzione di prodotti farmaceutici e sanitari siti nelle province di Bologna e Rimini, complessivamente circa 80.000 mascherine protettive, interamente importate dalla Cina, che sono state poste sotto sequestro, il cui valore commerciale ammonta a 200mila euro

Il legale rappresentante dell’azienda è stato denunciato per frode in commercio e violazione della normativa sui dispositivi di protezione individuale (DPI). Nel medesimo contesto sono state comminate sanzioni per 30.000 euro. 

I prodotti sequestrati, destinati ai mercati di Emilia Romagna e regioni limitrofe, che riportavano in etichetta la marcatura Ce e le indicazioni relative a dispositivi di protezione individuale di tipo FFP1, FFP2 e KN95, erano stati immessi nel circuito commerciale in assenza di corrette indicazioni al consumatore e delle indicazioni di sicurezza nonchè privi della documentazione attestante le prove tecniche effettuate e la relativa idoneità all’impiego.