Cesena

La casa di riposo Maria Fantini torna in capo alla fondazione

Dopo un mese e mezzo di gestione diretta Ausl a causa dell'emergenza e dei tanti casi registrati all'interno

La casa di riposo Maria Fantini torna in capo alla fondazione
| Altro
N. Commenti 0

12/maggio/2020 - h. 17.52

RAVENNA - A partire da venerdì 15 maggio la gestione della Casa di riposo “Maria Fantini” ritornerà in capo alla Fondazione Maria Fantini Onlus. Ad annunciarlo è il Sindaco Enzo Lattuca dopo che nella mattinata di oggi ha revocato l’ordinanza del 3 aprile con la quale affidava all’Ausl Romagna la gestione e il coordinamento dei servizi assistenziali e del personale sanitario e socio sanitario di quella struttura. Come comunicato dal Sindaco in quella stessa occasione, si è trattato di un atto straordinario in un periodo di emergenza dettato dalla prioritaria ed esclusiva finalità di tutelare la salute degli ospiti e dei lavoratori della struttura socio-assistenziale.

Quel provvedimento – precisa il Sindaco nella lettera inviata al Consiglio comunale – era stato assunto con le caratteristiche della contingibilità e dell’urgenza, in ragione del perdurare della situazione di emergenza legata alla comparsa di vari casi di COVID-19 sia in ospiti sia in operatori della struttura. La decisione odierna muove dal fatto che il 27 aprile è stata trasmessa dalla Direzione distrettuale dell’Ausl Romagna una specifica relazione con la quale si attesta ‘il superamento della fase emergenziale che aveva portato, a suo tempo, al diretto coinvolgimento della stessa Azienda’ – e ritenendo che tale soluzione, data la strutturazione del servizio, si configuri come la più efficace, nel contesto specifico, rispetto all’ipotizzato coinvolgimento di altri soggetti”.

La stessa ordinanza, che avrà decorrenza da venerdì 15 maggio, dispone inoltre di richiedere all’Ausl di effettuare una supervisione periodica al fine di monitorare l'andamento complessivo dell'organizzazione della struttura sotto il profilo clinico e assistenziale. Infine, entro i prossimi 30 giorni sarà svolta sulla struttura una specifica verifica da parte dell’Organismo Tecnico Ambito Provinciale (OTAP), al fine di svolgere un analitico esame circa il mantenimento dei requisiti previsti per l’accreditamento della struttura “Maria Fantini”.