Cervia

L'ultima frontiera del tarocco: le mascherine griffate

Un'attività cervese aveva messo in vendita alcuni dispositivi di protezione con noti marchi di abbigliamento fasulli

L'ultima frontiera del tarocco: le mascherine griffate
| Altro
N. Commenti 0

17/giugno/2020 - h. 19.13

La Guardia di Finanza di Ravenna ha denunciato i titolari di un'attività commerciale di Cervia, che aveva messo in vendita alcune mascherine con loghi contraffatti di case di moda come Louis Vuitton, Fendi e Gucci. Entrando nel negozio, dopo aver appurato l'assenza di regolari accordi commerciali con i brand, i finanzieri hanno controllato il materiale in vendita, trovando anche tessuti con falsi loghi di altri marchi come Guess, Chanel, Gucci, Ferré, Cavalli, Elisabetta Franchi, Moschino, Versace, Valentino, Fendi, Balenciaga, Michael Kors, Armani, Missoni, Prada, Dior, Liu Jo, D&G.

Alla fine sono state sequestrate le mascherine e duemila metri quadri di tessuto falsamente griffato, che avrebbe potuto consentire la produzione illegale di migliaia di capi di abbigliamento contraffatti. I titolari sono stati denunciati alla Procura della Repubblica di Ravenna per i reati di commercio di prodotti con segni falsi e ricettazione.